Home Articoli HP La Pasticceria Gaudenti di Torino si espande: pronto lo sbarco a Milano

La Pasticceria Gaudenti di Torino si espande: pronto lo sbarco a Milano

591
SHARE

La Pasticceria Gaudenti di Torino punta su Milano: a breve lo sbarco a Milano

La Pasticceria Gaudenti di Torino continua il suo processo di espansione.
Dopo il grande successo raccolto nel capoluogo piemontese, l’azienda mira ad ampliare la sua rete di vendita con nuovi negozi. L’idea sarebbe quella di sbarcare nel capoluogo lombardo con nuove aperture già a partire da quest’anno.
Propositi ambiziosi, che si uniscono agli interessanti progetti già in rampa di lancio per i punti torinesi. Il laboratorio di corso Vittorio Emanuele II, dallo scorso luglio, è stato dotato anche di uno spazio dedicato alla vendita. Per fare ciò, Gaudenti ha acquisito i locali occupati un tempo da Peyrano.
La recentissima apertura di piazza Carlo Felice ha regalato altro entusiasmo ai vertici dell’azienda, che si dicono pronti a investire con grande fiducia su questo nuovo negozio. L’intenzione è quella di aumentare la gamma di prodotti e piatti da proporre alla clientela.
Il nuovo punto sarà infatti rifornito con i prodotti artigianali del laboratorio, come il pane e le torte. Saranno introdotte novità, sia dolci che salate, nell’offerta della colazione. Infine, non mancheranno le focacce genovesi e il caffè Vergnano. Insomma, qualità e Made in Italy per ogni pasto, dalla prima colazione al pranzo. Un nuovo format di bakery-pasticceria.
Si tratta di un esempio virtuoso di fare impresa, che ha avuto effetti positivi anche sul nostro territorio. È stato rilanciato in grande stile un angolo di città che aveva perso smalto, quella piazza Carlo Felice che ora può vantare nuove vetrine luminose. Prima Decathlon, poi Lego, e ora Gaudenti: una vera e propria rinascita.
Dunque, la Pasticceria Gaudenti di Torino investe con grande insistenza all’ombra della Mole. Una buona notizia, in un periodo in cui sono sempre di più i marchi di prestigio che abbandonano la nostra città.
(Foto tratta da EatPiemonte)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here