Home Articoli HP Gobee.bike lascia Torino: la prima compagnia di free floating se ne va...

Gobee.bike lascia Torino: la prima compagnia di free floating se ne va per i troppi atti vandalici

5272
SHARE

Gobee.bike lascia Torino: la prima compagnia di free floating se ne va per i troppi atti vandalici alle biciclette e per la concorrenza eccessiva

Gobee.bike lascia Torino.
È ufficiale la decisione della compagnia asiatica di biciclette in condivisione a flusso continuo. L’azienda asiatica ha deciso di abbandonare anche il capoluogo piemontese dopo l’addio a Parigi.
L’abbandono della capitale francese è stato seguito dalla repentina fuga anche dalla città della Mole. I motivi di questa scelta sono pochi, ma molto importanti.
Innanzitutto, Gobee.bike non figura nel bando indetto dalla città per l’erogazione del servizio di free floating. Nella selezione del Comune rientrano infatti solo le altre cinque compagnie: Mobike, Obike, Free@bike, Ofo ed Enotravel. Le aziende, tutte asiatiche, sono concorrenti di Gobee.bike. E forse anche l’eccessiva concorrenza ha gravato sulla scelta.
Stando alle indiscrezioni più gettonate, però, sarebbero gli atti vandalici ai mezzi la causa principale della decisione. Non sono mancati i casi di bici imbrattate, buttate nel Po, nascoste nei garage e nei cortili delle case. Una serie di dimostrazioni di inciviltà che ha spinto i vertici aziendali a chiudere i battenti nella nostra città.
Dunque, Gobee.bike lascia Torino, e lo fa definitivamente. In città sono reperibili ancora una ventina di bici verdi, ma il servizio è ormai praticamente agli sgoccioli. Tutti coloro che hanno sottoscritto un abbonamento hanno diritto al rimborso della quota versata. Occorre esclusivamente utilizzare l’app. Una brutta notizia per Torino, che perde la prima compagnia in grado di introdurre in città questo genere di servizio.
(Foto tratta da Natural Mania)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here