Home Arte Cultura, avviata una nuova collaborazione tra la Reggia di Venaria e la...

Cultura, avviata una nuova collaborazione tra la Reggia di Venaria e la Reggia di Caserta

218
SHARE
HyperFocal: 0

Cultura, avviata una nuova collaborazione tra la Reggia di Venaria e la Reggia di Caserta: numerosi beni della residenza borbonica saranno restaurati

È arrivata una grande notizia per il settore culturale del nostro Paese: è stata avviata una collaborazione tra la Reggia di Venaria e la Reggia di Caserta.
Le due Residenze Reali saranno infatti protagoniste di una partnership, promossa dai vertici delle due bellezze.
Da cinque anni, La Venaria Reale realizza percorsi didattici per formare e dare l’opportunità a tanti giovani restauratori di esercitare le proprie competenze. Nel farlo, i ragazzi sfruttano l’opportunità per ridare vita a opere che necessitano di interventi. Ebbene, lo stesso tipo di percorso sarà riproposto con la Reggia di Caserta.
L’idea nasce dalla volontà di dare spazio a giovani studenti e dalla necessità di valorizzare al meglio i tesori custoditi all’interno della residenza. Un progetto che mira a far sviluppare a Caserta una crescita simile o pari a quella avuta da Venaria, che ha aumentato a dismisura il numero di visitatori e di eventi in questi anni.
Sarà dunque istituito un polo didattico, in grado di formare i restauratori. I tecnici saranno in grado di realizzare una ottima conservazione preventiva delle opere d’arte attraverso corsi annuali o biennali.
Il punto di partenza dovrebbe essere la prestigiosa collezione di arte contemporanea Terrae Motus. Si tratta di opere straordinarie di straordinaria bellezza, che raffigurano il sisma che colpì l’Irpinia nel 1980. Alcune di esse dovrebbero essere ripulite. Con l’apporto del Centro di conservazione di Venaria, almeno un’opera all’anno dovrà essere riportata allo stato originale.
Alla Reggia di Caserta, intanto, si procederà con l’installazione dei data logger. Questi ultimi sono dispositivi utili per monitorare l’ambiente nelle sale dell’edificio. La priorità spetta alle aree che accolgono i visitatori, dove verranno effettuate rilevazioni termiche e igrometriche.

I precedenti tra le due Residenze Reali

Non è la prima volta che viene avviata una collaborazione tra la Reggia di Venaria e la Reggia di Caserta. In precedenza, infatti, c’era già stata occasione di vedere questi due splendori cooperare per esposizioni e kermesse.
Ne è esempio il passaggio momentaneo della culla del Principe di Napoli, il futuro Vittorio Emanuele III, dalla Campania al Piemonte circa un anno fa. Nell’ambito dell’iniziativa “Dalle Regge d’Italia tesori e simboli della regalità sabauda”, questa splendida opera arrivò a Venaria. Si tratta di un capolavoro dell’eclettismo napoletano, che risale al 1869. È stata realizzata e ideata dal pittore Domenico Morelli.
Un primo passo, che ha portato La Venaria Reale e Caserta a dialogare con maggiore frequenza. Una collaborazione che quindi può solo rappresentare una notizia positiva per la cultura italiana, che vede ora uniti due dei patrimoni più importanti del nostro Paese.
(Foto tratta da Susan Spirits Gallery)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here