Home Articoli HP Urbanistica, a giorni sarà ufficiale l’assegnazione degli impianti Robaldo alle giovanili del...

Urbanistica, a giorni sarà ufficiale l’assegnazione degli impianti Robaldo alle giovanili del Torino FC

99
SHARE

L’assegnazione degli impianti Robaldo alle giovanili del Torino FC sarà ufficiale a giorni: i Granata avranno un nuovo centro sportivo

Entro pochi giorni sarà ufficializzata l’assegnazione degli impianti Robaldo alle giovanili del Torino FC.
Una grande conquista per la società Granata, che vede finalmente la conclusione di una vicenda che la vedeva coinvolta da marzo 2016. Circa due anni di attesa per giungere all’esito finale di una questione importantissima per il Toro.
I rappresentanti della società, l’Assessore allo Sport, Roberto Finardi, e il Sindaco, Chiara Appendino, sono pronti a siglare l’accordo per formalizzare il tutto.
L’iter amministrativo, che ha coinvolto anche la Circoscrizione 2, sarà dichiarato concluso nel momento in cui il Comune notificherà alla stessa Circoscrizione 2 la firma del Torino per l’accordo. Solo in quel momento si potrà procedere con le operazioni.

Dettagli della struttura e tempi di consegna

L’assegnazione degli impianti Robaldo alle giovanili del Torino FC comporterà l’inizio, entro massimo due mesi dalla firma, dei lavori per la ristrutturazione del complesso.
La superficie di cui la società di Cairo potrà disporre è situata strada Castello di Mirafiori 285. L’area disponibile misura 45mila metri quadrati. Un tempo utilizzata dal Nizza Millefonti, il complesso è costituito da cinque campi da calcio. Due di essi sono illuminati, mentre uno è in sintetico.
Sono presenti inoltre un fabbricato (da adibire a spogliatoio), uffici e bar. Un vero e proprio polo sportivo, che sarà utilizzato da tutte le formazioni giovanili del Torino per allenamenti e partite. Sarà fatta eccezione solo per la Primavera, che continuerà a disputare le sue gare casalinghe al Filadelfia.
L’ex Robaldo si evolverà e dovrà diventare il quartier generale delle giovanili del Torino. I lavori dovranno durare almeno un anno. Pertanto, le strutture dovrebbero essere consegnate entro la stagione 2019/2020.
Secondo Cairo, si tratta di un investimento che porterà vantaggi assicurati. I risultati saranno visibili in futuro, quando tutto l’impianto sarà efficiente ed operativo.
(Foto tratta da Calcio e Finanza)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here