Home Articoli HP Confartigianato, l’export dell’artigianato in Piemonte è cresciuto del 10,3%: bene Torino

Confartigianato, l’export dell’artigianato in Piemonte è cresciuto del 10,3%: bene Torino

26
SHARE

L’export dell’artigianato in Piemonte è cresciuto del 10,3%: aumento dei primi nove mesi del 2017

L’artigianato in Piemonte mostra ottimi segnali di salute.
L’export del settore, nei primi nove mesi del 2017, ha fatto registrare una crescita del 10,3%. Un incremento a doppia cifra, dettato da più fattori.
I dati diffusi da Confartigianato risaltano la grande crescita delle “Altre Manifatture“, tra le quali spicca particolarmente la gioielleria. Nello specifico, le “Altre Manifatture” hanno realizzato l’aumento record del 28,9%, alzando così la media generale.
Una ottima notizia, che infonde speranza nelle piccole e micro imprese, che hanno pagato a caro prezzo e per molto tempo le conseguenze di una crisi economica terribile.
I timidi segnali di ripresa degli ultimi periodi e la voglia degli imprenditori piemontesi di spostarsi sul digitale possono essere delle ottime leve da cui ripartire. Sarà fondamentale il Made in Italy, che le attività della nostra regione incarnano alla perfezione grazie alla produzione di prodotti di primissima qualità.

La situazione delle singole province

La crescita dell’export dell’artigianato in Piemonte va letta in base a ogni singola provincia. Le situazioni, infatti, sono state molto differenti tra le sette aree analizzate
Il risultato migliore è stato quello di Alessandria, che ha fatto registrare un bel +29,3% nelle vendite di prodotti all’estero. Il comparto migliore è stato quello composto da Gioielleria, bigiotteria e pietre preziose lavorate (+37%).
Secondo posto per Cuneo, che ha visto un incremento di circa 11,4%. In questo caso ha inciso enormemente l’Alimentare con un +16,5%.
Molto bene anche Biella (+7,8%) e Asti (+4,9%), mentre fanno registrare aumenti più contenuti Verbania Cusio Ossola (+3,8%) e Torino (+3,5%). L’unico calo è quello di Novara, che ha visto una contrazione degli affari, diminuiti dello 0,6%.
Dunque, in Piemonte, si sono verificate situazioni molto eterogenee. Per aumentare il ritmo e incoraggiare anche la aree in cui la crescita si è vista meno occorreranno investimenti e coinvolgimento in progetti di innovazione e ammodernamento.
(Foto tratta da Idea Fiorente)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here