Home Articoli HP Gli Stati generali del Turismo del Piemonte introdotti quest’anno: la Regione punta...

Gli Stati generali del Turismo del Piemonte introdotti quest’anno: la Regione punta su cultura e Caselle

285
SHARE

Gli Stati generali del Turismo del Piemonte introdotti quest’anno: la Regione pronta a investire su cultura e sull’aeroporto di Caselle

Gli Stati generali del Turismo del Piemonte rappresentano una delle novità più importanti per quanto riguarda le strategie economiche della Regione.
L’amministrazione regionale, infatti, ha annunciato che sarà introdotta questa novità, che ha molteplici scopi. Innanzitutto, occorrerà rafforzare la sinergia tra cultura e turismo. Due settori che, negli ultimi anni, sono andati a braccetto, e che spesso si sono influenzati a vicenda.
Sono tantissimi i visitatori che giungono in Piemonte per apprezzare mostre, esposizioni e musei. Curiosi e appassionati che arrivano da ogni parte d’Italia e del mondo, specie dall‘Asia e dall’Europa centrale. Mercati interessanti, costituiti da turisti disposti a investire molto durante i loro soggiorni.
Tra i tanti fattori che hanno contribuito allo sviluppo di questi due ambiti troviamo sicuramente Caselle. Sull’aeroporto intitolato a Sandro Pertini impiegate risorse per 4-5 milioni di euro, reperiti con il contributo di Sagat e della Regione stessa. Denaro che andrà a migliorare la struttura, oltre che a promuoverla per l’istituzione di nuove rotte, per attirare più passeggeri.
Per quanto riguarda le cifre degli investimenti, per il turismo, quest’anno, si prospetta un aumento interessante. Nel 2017 furono destinati 130 milioni di euro. Quest’anno si dovrebbe salire a quota 150.
Gli Stati generali del Turismo del Piemonte saranno avviati tra poche settimane. Nel mentre, sono state già individuate le prime priorità. Saranno utilizzati i fondi per il Museo di Scienze al Borgo Medievale, per tutte le residenze reali e per i siti UNESCO. Segno che i patrimonio del nostro territorio godono di talmente tanta considerazione da risultare fondamentali per lo sviluppo dei prossimi anni.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here