Home Articoli HP Linea 2 della metropolitana di Torino, persiste la situazione di stallo: mancano...

Linea 2 della metropolitana di Torino, persiste la situazione di stallo: mancano i fondi per avviare i lavori

3020
SHARE
Linea 2 della metropolitana di Torino, persiste la situazione di stallo: mancano i fondi per avviare i lavori
Linea 2 della metropolitana di Torino, persiste la situazione di stallo: mancano i fondi per avviare i lavori

Linea 2 della metropolitana di Torino, progetto ancora bloccato: il Comune non ha ancora ricevuto segnali da Roma per i 60 milioni di euro attesi

La linea 2 della metro di Torino continua a essere impantanata nei problemi burocratici.
Uno dei progetti più importanti dell’urbanistica e del trasporto pubblico torinese ha avuto una recente battuta d’arresto, che ha messo in dubbio le reali possibilità della sua realizzazione.
Come già anticipato in precedenza, la progettazione della linea 2 è stata ufficialmente commissionata. I lavori sono stati assegnati al raggruppamento di aziende capeggiato da Systra.
L’azienda francese ha iniziato a redigere un tracciato che coinvolge i lati nord-ovest e sud-est di Torino. La progettazione, però, non si limita solo a questo. Richiede quattro mesi per la raccolta dei dati, due mesi di analisi e di esposizione al Comune (e ai cittadini) e quattro mesi e mezzo per la redazione vera e propria della progettazione.
Occorrono quindi poco più di dieci mesi per tutto ciò. Per queste operazioni sono stati anche trovati i fondi, ma resta il solito problema: manca il denaro per avviare i lavori.
Dopo la progettazione, infatti, si dovrà procedere con l’apertura dei cantieri. Per fare ciò, il Comune di Torino necessità di alcune decine di milioni di euro. Una buona quantità di liquidità,  che potrebbe essere coperta dai circa 60 milioni di euro che il Governo di Roma deve al capoluogo piemontese da tempo per motivazioni non collegate. Soldi che ancora non sono pervenuti a Palazzo Civico, e per i quali non si sa quanto si dovrà attendere ancora.
Un ostacolo insuperabile, questo, che ha costretto l’amministrazione comunale a precisare che senza soldi non si potrà pensare a dare il via alle opere.

La sfiducia dei torinesi

La linea 2 della metropolitana di Torino dovrebbe essere considerata come una sfida fondamentale per il futuro della città. Una conquista che metterebbe finalmente Torino sullo stesso piano delle altre metropoli italiane ed europee, dotate di una rete metropolitana efficiente e costituita da più linee.
I torinesi, però, non si sono mai mostrati così fiduciosi su questo progetto. I dubbi dei cittadini nascono principalmente dai ritardi nella realizzazione dei prolungamenti della linea 1, che ancora oggi risultano incompleti in entrambe le direzioni. Lavori che sarebbero dovuti essere pronti già da tempo, anche anni, e che non sono stati ancora consegnati.
Ad attendere con maggiore ansia questa opera sono i cittadini della Circoscrizione 6. Questa grande opera potrebbe essere fondamentale per la riqualificazione, tanto attesa in questi quartieri difficili.
Occorre intervenire al più presto per ridare lustro e prestigio ad aree che aspettano nuovi progetti di rilancio. Sono esempi di questa situazione il trincerone di via Sempione e lo Scalo Vanchiglia.
Dunque, occorre fare chiarezza sul futuro di questa opera. La situazione di stallo in cui versa il progetto dovrà essere sbloccata al più presto, per iniziare ad allestire immediatamente i cantieri e ridurre i tempi di attesa.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here