Home Articoli HP Piemonte, Chiese a porte aperte è la nuova app che consentirà di...

Piemonte, Chiese a porte aperte è la nuova app che consentirà di accedere in chiesa con lo smartphone

65
SHARE

In Piemonte, Chiese a porte aperte, la nuova app per visitare le chiese con il nostro smartphone è attiva dal primo febbraio

Dal primo febbraio, in Piemonte, Chiese a porte aperte permetterà di visitare chiese e monumenti incustoditi grazie al nostro fedele smartphone.
Si tratta di un’app innovativa nata in Piemonte per incrementare le occasioni di accesso al patrimonio ecclesiastico del territorio.
Questa nuova sperimentazione tecnologica fa parte del progetto “Città e Cattedrali”, nato da un’idea della Fondazione CRT e dalle diocesi del territorio.
“Città e Cattedrali” cura un patrimonio artistico e architettonico costituito da 18 cattedrali e da più di 500 beni ecclesiastici di Piemonte e Valle d’Aosta.
Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con la Regione Piemonte e gli organi periferici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.
Per l’Italia si tratta del primo esperimento della nuova applicazione.
I primi due beni ecclesiastici interessati da questo intervento tecnologico sono la Cappella di San Sebastiano, a Giaveno, in provincia di Torino, e la Cappella di San Bernardo di Aosta, a Piozzo, in provincia di Cuneo.
Chiese a porte aperte è un sistema che prevede l’apertura automatizzata nonché la valorizzazione di siti di valore storico e artistico. Questo sistema consentirà di effettuare le visite in autonomia, senza ricorrere necessariamente alla presenza di un presidio umano.
Inoltre, l’apertura automatizzata potrebbe migliorare l’organizzazione dei presidi e della flessibilità degli orari di apertura al pubblico dei numerosi luoghi sacri presenti sul territorio della nostra regione.
Dunque, in PiemonteChiese a porte aperte avrà il compito di coniugare la sacralità di questi luoghi con la loro anima artistica e sociale. Il tutto in chiave moderna grazie agli smartphone.
Foto tratta da Città e Cattedrali

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here