Home Ambiente Torino, l’abbattimento dei platani di corso Grosseto fa infuriare residenti e commercianti

Torino, l’abbattimento dei platani di corso Grosseto fa infuriare residenti e commercianti

2342
SHARE

Torino, l’abbattimento dei platani di corso Grosseto inizia a mostrare i suoi effetti: 111 piante rimosse

A Torino, l’abbattimento dei platani in corso Grosseto è una delle questioni che più stanno facendo discutere in città.
In Borgo Vittoria, infatti, sono in fase di rimozione ben 111 piante. Una scelta dell’amministrazione comunale, dettata dalla necessità di rendere ottimali le condizioni del cantiere per la Torino-Ceres.
Un progetto osteggiato dai cittadini, consapevoli che questa nuova opera comporterà l’addio anche al cavalcavia. I cambiamenti destinati a rivoluzionare il volto del corso, come detto, riguardano anche l’aspetto naturale di corso Grosseto, che dovrà vedersi privato dei suoi caratteristici alberi.
Una misura che va un po’ controcorrente rispetto alla politica green spesso adottata dall’attuale amministrazione comunale, e che ha suscitare non poche polemiche.

Le reazioni di residenti e commercianti e la proposta per rimediare al malcontento

L’abbattimento dei platani di corso Grosseto, ovviamente, non ha riscosso il gradimento di residenti e commercianti. Anzi.
Gli abitanti e i titolari delle attività della zona, infatti, si sono mobilitati per rendere noto il proprio disappunto all’amministrazione comunale. Per tutta risposta, Palazzo Civico ha precisato che il numero degli alberi da abbattere superava le 200 unità. Sono stati dunque salvati circa 100 alberi.
Inoltre, il Comune di Torino ha istituito un apposito contatore sul sito dedicato ai lavori del cantiere della Torino-Ceres. Vi è riportato il numero degli alberi in fase di piantumazione. Saranno 128 e andranno a sostituire gli alberi abbattuti. Riguardo all’eliminazione di questi ultimi, però, sorge un’altra polemica. Molti cittadini hanno chiesto spiegazioni sul perché non sia stato disposto il trapianto, al posto dell’abbattimento. Un quesito al quale è stata data una risposta chiara: non vi erano gli estremi per utilizzare tecniche efficaci.
Insomma, una vera e propria battaglia, quella riguardante i platani di corso Grosseto. L’auspicio è che le polemiche si riducano grazie all’arrivo delle nuove piante, che andranno a colmare il vuoto lasciato dagli alberi rimossi.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here