Home Articoli HP Viabilità, l’accesso alla Ztl di Torino sarà vietato ai veicoli maggiormente inquinanti

Viabilità, l’accesso alla Ztl di Torino sarà vietato ai veicoli maggiormente inquinanti

2883
SHARE

Viabilità, l’accesso alla Ztl di Torino sarà vietato ai veicoli maggiormente inquinanti: forti limitazioni alle vetture Euro 4

L’accesso alla Ztl di Torino sarà notevolmente modificato.
Come già anticipato in precedenza, l’amministrazione comunale ha intenzione di applicate svariati cambiamenti al regolamento della zona a traffico limitato.
L’oggetto di questo intervento saranno i veicoli maggiormente inquietanti, ai quali sarà gradualmente precluso l’accesso al centro. Per quest’anno, infatti, Palazzo Civico intende consentire ancora l’ingresso ai veicoli di categoria Euro 4, con permessi molto limitati.
Sarà il prologo di ciò che accadrà nel 2019, quando sarà possibile entrare nella Ztl con un veicolo almeno appartenente alla categoria Euro 5.
Si tratta di un’ipotesi non ancora annunciata, che però pare essere molto concreta. Sempre nel 2019, i veicoli Euro 5 subiranno quello che accadrà in questo 2018 agli Euro 4. L’anno prossimo, le limitazioni toccheranno agli Euro 5, mentre sarà incentivato l’accesso delle vetture ecologiche ed elettriche. Saranno introdotti forti sconti per i possessori di mezzi a basso impatto ambientale e di categoria Euro 6. Un’idea che, ovviamente, non entusiasmerà la maggioranza degli automobilisti.

Le altre modifiche in programma

Le modifiche all’accesso alla Ztl di Torino sono alcune delle misure presenti nel nuovo piano studiato da Palazzo Civico.
I due punti fondamentali sui quali il Comune intende lavorare saranno la durata delle limitazioni e i costi che gli automobilisti dovranno sostenere per accedere al centro.
Innanzitutto, si procederà all’allungamento dell’orario della Ztl. Sarà infatti esteso fino alle 19:30. Inoltre, un’altra misura importante sarà l’introduzione di un ticket di accesso. Il costo sarà di almeno 5 euro.
Lo scopo dell’amministrazione comunale è chiaro: occorre ridurre il transito di auto che passano, ma non si fermano nelle vie centrali. Si tratta di diminuire il traffico dei mezzi “inutili”, che non creano vantaggi al centro e alle sue attività e che si limitano solo a passare. Creano dunque solo sovraffollamento, senza un tornaconto per la zona.
Mediamente, infatti, vengono registrati 75mila accessi al giorno. Circa 31mila di questi transitano per il centro senza fermarsi. Un numero enorme, che Palazzo Civico intende limitare. L’obiettivo è quello di ridurre gli accessi a poco più di 43mila unità.
I 43mila accessi dovranno essere distribuiti tra residenti e titolari di permessi, che ammontano rispettivamente a 11mila e 500 e 21mila unità, al momento. Circa 5mila di questi 21mila, inoltre, usufruiscono dei parcheggi a pagamento e spostano circa tre ore al giorno.
Per tutti questi cittadini, il Comune sta studiando queste tutele, appositamente per dare più respiro alle vie del centro e renderle più visibili. Bisognerà vedere la reazione dei commercianti, che sembrano essere divisi sulla questione.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here