Home Articoli HP Formula E, Pininfarina debutta con M4Electro: la vettura prodotta in collaborazione con...

Formula E, Pininfarina debutta con M4Electro: la vettura prodotta in collaborazione con Mahindra

110
SHARE

Formula E, Pininfarina debutta con M4Electro: la vettura sarà prodotta in collaborazione con Mahindra, che detiene il 76% della società piemontese

Con lo sbarco in Formula E, Pininfarina sbarca finalmente nel settore dell’e-racing.
La casa piemontese realizzerà, in collaborazione con gli indiani di Mahindra, una vettura in grado di gareggiare nel campionato di categoria.
Dietro questo grande progetto ci sono le ambizioni di TechMahindra, azienda che controlla il 76% di Pininfarina dalla fine del 2015. L’intenzione dei vertici è quella di realizzare un rafforzamento della partnership industriale tra divisione racing del Gruppo e la controllata piemontese.
L’auto prodotta si chiamerà M4Electro. Le sue performance saranno già visibili nel prossimo Gran Premio, che si svolgerà in Italia, a Roma. Prima del suo esordio, Pininfarina dovrà lavorare all’ottimizzazione dell’aerodinamica e dei sistemi di raffreddamento. Sarà utilizzata inoltre la galleria del vento. Si tratta del luogo dove le vetture da corsa vengono testate in condizioni particolari. Viene infatti ricreato fedelmente l’ambiente della pista, ad esempio con l’emissione di aria turbolenta.

Gli altri esempi di auto elettriche di Pininfarina

Oltre all’esordio in Formula E, Pininfarina ha già in programma da diverso tempo altri progetti simili con numerose aziende di spessore.
Pininfarina si occupa di mobilità elettrica da oltre quarant’anni. Nel 1976, infatti, il gruppo piemontese iniziò a produrre la prima auto elettrica con batterie a piombo.
Nel 2007, Pininfarina avviò anche una partnership con Bollorè. Con i francesi fu avviata la produzione della Bluecar, realizzata tutt’oggi nello stabilimento di Bairo, nel Canavese.
Negli attuali progetti rientra la collaborazione con i cinesi di Hybrid Kinetic Group. Con quest’ultimo, la casa piemontese ha sottoscritto un contratto da 65 milioni di euro. Una cifra. Investita per progettare lo sviluppo della piattaforma industriale, che darà origine alle prime auto elettriche prodotte dal gruppo cinese.
Pininfarina è inoltre l’artefice del design della berlina elettrica H600. Un’auto che ha già fatto la sua comparsa al Salone di Ginevra del 2017. Da sottolineare anche la realizzazione dei progetti dei due suv K550 e K750. Questi ultimi sono stati esposti al Salone di Shangai del 2017.
Insomma, Pininfarina rafforza la sua presenza nel settore della mobilità elettrica. Una nuova sfida per l’azienda piemontese, che si appresta a mostrare tutte le sue qualità anche nell’e-racing.
(Foto tratta da Motorsport.com)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here