Home Articoli HP Innovazione, il Team Policumbent di Torino artefice di una bici che va...

Innovazione, il Team Policumbent di Torino artefice di una bici che va a oltre 120 km all’ora

769
SHARE
Innovazione, il Team Policumbent di Torino artefice di una bici che va a oltre 120 km all'ora
Innovazione, il Team Policumbent di Torino artefice di una bici che va a oltre 120 km all'ora

Innovazione, il Team Policumbent di Torino artefice di una bici a propulsione umana che va a circa 126 km all’ora

Il Team Policumbent di Torino si guadagna l’etichetta di eccellenza dell’innovazione e della tecnologia torinese.
L’equipe, composta da studenti universitari, ha progettato e realizzato una bici reclinata, a propulsione umana. Un mezzo che supera ampiamente i 120 km orari. Per la precisione, la creazione del Team Policumbent di Torino riesce a toccare i 126,90 km all’ora.
Un numero davvero impressionante, se si pensa che la bici non abbia nessun supporto elettronico o meccanico. Al suo interno, il conducente resta quasi sdraiato, coperto da una capsula che aumenta il volume del mezzo. L’involucro, ovviamente, conferisce alla bici un aspetto insolito.
Il Team Policumbent di Torino si affida alla guida del pilota Andrea Gallo. Partecipa da circa tre anni a una competizione di categoria a livello mondiale, alla quale prendono parte gruppi di studenti universitari e ricercatori.
La gara si svolge periodicamente nel Nevada, negli Stati Uniti. La squadra torinese vi aderisce con il suo prototipo, chiamato TAURUS, in onore della nostra città. Un prototipo contraddistinto da simboli dell‘Italia e di Torino, che si è aggiudicato il secondo posto nella classifica mondiale degli universitari nel 2017. L’obiettivo per quest’anno, ovviamente, è quello di salire sul gradino più alto del podio.
Nel frattempo, i ragazzi torinesi “si limitano” a stabilire record su record a livello nazionale. Dal 2016, infatti, la sopracitata velocità di 126,90 km orari è la massima mai toccata da un mezzo realizzato e testato nel nostro Paese. Una bella soddisfazione, che vede protagonista, come sempre, il Politecnico di Torino. Un altro primato per il quale la nostra città non può che essere orgogliosa.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here