Home Cronaca di Torino Addio al mercato coperto di corso Racconigi: il 15 dicembre la chiusura...

Addio al mercato coperto di corso Racconigi: il 15 dicembre la chiusura definitiva

810
SHARE

Il mercato coperto di corso Racconigi chiude definitivamente: il 15 dicembre addio alla struttura e ai suoi negozi

Si è a lungo discusso nelle ultime settimane sul destino del mercato coperto di corso Racconigi. Il lungo tira e molla di questi ultimi periodi hanno creato molta indecisione sul futuro della struttura.
Ora, però, sembra essere giunta la fase finale di questa contesa. Dopo diverse riunioni e accordi provvisori, il Comune di Torino ha disposto la chiusura definitiva del mercato. A partire dal prossimo 15 dicembre, la cooperativa Racconigi 51 (incaricata della gestione dell’impianto e degli spazi dei negozi) dovrà abbandonare ogni attività.
A determinare la scelta è stata la continua promessa di denaro, che però non ha avuto riscontri concreti. La mancanza di fondi per poter portare avanti le attività ha spinto l’Assessore al Commercio, Alberto Sacco, a risolvere anticipatamente gli accordi.
Da Palazzo Civico è emerso il dispiacere per la chiusura di uno dei mercati storici della città. È stato anche precisato che non vi erano le condizioni per continuare ulteriormente, viste le promesse non mantenute e l’impossibilità di reperire le somme richieste.

La proroga del Comune e i problemi precedenti

Il mercato coperto di corso Racconigi era oggetto di contenziosi già da molto tempo. Le origini di questi problemi arrivano dal lontano 2013, quando la cooperativa Racconigi 51 iniziò ad avere problemi economici con il Comune.
Dopo anni di battaglie, si è giunti alla volontà dell’amministrazione comunale di sgomberare il mercato. Una scelta osteggiata dai titolari delle attività, che inizialmente erano tutti concordi nel proseguire.
Le pressioni del Comune hanno portato alcuni negozi ad abbandonare gradualmente il mercato. La possibilità di veder chiuso all’improvviso il proprio negozio non lasciava tranquilli alcuni negozianti, che hanno deciso di chiudere i battenti o di cercarsi una nuova sede.
Altri commercianti, invece, non hanno nemmeno pensato di poter lasciare il mercato. Dunque, fino a metà novembre, nessuno si è preoccupato delle richieste del Comune. Quest’ultimo, una volta disposta la chiusura definitiva per il 30 novembre, ha concesso una proroga definitiva fino al 31 dicembre 2017. Una possibilità in più per i commercianti e per la cooperativa per recuperare terreno e trovare accordi con Palazzo Civico. Il tutto si è concluso in un nulla di fatto: anzi, il mercato dovrà essere chiuso anche prima dei termini previsti dalla proroga. Un duro colpo, che ora obbliga tutti (cittadini e istituzioni) a trovare una soluzione.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here