Home Articoli HP 15 gennaio 1835: inizia la leggenda di Giuseppe Garibaldi, l’Eroe dei Due...

15 gennaio 1835: inizia la leggenda di Giuseppe Garibaldi, l’Eroe dei Due Mondi

322
SHARE
15 gennaio 1835: inizia la leggenda di Giuseppe Garibaldi, l'Eroe dei Due Mondi
15 gennaio 1835: inizia la leggenda di Giuseppe Garibaldi, l'Eroe dei Due Mondi
Tempo di lettura: 1 minuto

15 gennaio 1835: inizia la leggenda di Giuseppe Garibaldi, l’Eroe dei Due Mondi lascia l’Italia e inizia le sue avventure

Giuseppe Garibaldi è universalmente riconosciuto come l’Eroe dei Due Mondi. Un soprannome affibiatogli per i suoi trascorsi bellici in ogni parte del pianeta. Ma quando ebbe inizio la sua ascesa militare?
Le sue avventure in giro per il mondo sono collegate a una data ben precisa: il 15 gennaio 1835. È il giorno in cui arrivò in Sudamerica, precisamente in Brasile, a Rio de Janeiro. In questa città, Giuseppe Garibaldi giunse dopo alcuni spiacevoli episodi in patria.
Nel 1834 partecipò alla rivolta in Savoia. Rivolta che fallì e che lo costrinse a scomparire in Francia. Dopo la traversata del fiume Varo, Garibaldi dovette crearsi una nuova identità per sfuggire alla gendarmeria francese. Assunse delle nuove generalità e prese il nome di Giuseppe Pane.
Iniziò a girovagare tra Marsiglia e il Nord Africa, soprattutto in Tunisia. Scelse solo in seguito di recarsi in America Latina.

Gli anni in Sudamerica

Una volta giunto in Brasile, Garibaldi iniziò la sua carriera militare agli ordini di Bento Goncalves. Quest’ultimo, divento presidente della Repubblica del Rio Grande, avviò un pesante conflitto che mirava all’indipendenza. E furono proprio le battaglie per l’autonomia e l’indipendenza il pane quotidiano di Garibaldi, che ebbe modo di prendere parte ad altre contese.
Dopo essere stato un corsaro per Goncalves, il nizzardo decise di arruolarsi nella marina militare dell‘Uruguay. Partecipò prima alla guerra civile e poi alla guerra con l’Argentina.
In quegli anni, inoltre, incontrò Ana Maria de Jesus Ribeiro da Silva, detta Anita. Una donna importantissima nella vita di Garibaldi, che divenne sua moglie nel 1842. Da lei, il patriota ebbe quattro figli: Menotti, Ricciotti, Rosa e Teresa.
Ebbe occasione di fare rientro in Italia con tutta la sua famiglia al seguito solo nel 1854. Da lì a pochi anni, dopo un periodo da esule, avrebbe svolto un ruolo di fondamentale importanza nel completamento dell’unificazione dell’Italia. Giuseppe Garibaldi, l’Eroe dei Due Mondi, avrebbe fatto ritorno in patria per portare a compimento  il suo sogno, coltivato sin dai tempi della militanza nella Giovine Italia, a cavallo tra il 1860 e il 1861, con la mitica spedizione dei Mille.


Commenti

Correlato:  Amazon, Torino terza nella classifica degli acquisti di libri: librerie in crisi
SHARE