Home Ambiente Tassa sul rumore in Piemonte: scatta da gennaio

Tassa sul rumore in Piemonte: scatta da gennaio

1234
SHARE
Tassa sul rumore in Piemonte: scatta da gennaio
Tassa sul rumore in Piemonte: scatta da gennaio

Da gennaio 2018 scatta la tassa sul rumore in Piemonte e non porterà giovamento per il nostro aeroporto.

Con l’anno nuovo arriva la tassa sul rumore in Piemonte e la Sagat teme un tornaconto negativo.

Tutte le città dovranno applicarlo ma al momento solo Torino (insieme alle regioni Lazio e Campania) ha a cuore l’applicazione della legge regionale sulle emissioni sonore. L’inquinamento acustico non è da sottovalutare soprattutto per le persone che abitano nei dintorni dell’aeroporto.

La legge piemontese n. 6 del 2017 entrerà in vigore il primo gennaio 2018 e dà un valore economico al peso, pari a 0,50 euro per ogni tonnellata: invece nessun valore viene assegnato alla classe di rumorosità. Significa che il quoziente non viene calcolato su due fattori (peso e rumorosità) ma solo sul peso. Strano, vero? Un tassa sul rumore che non lo prende minimamente in considerazione.

Qual è la preoccupazione di Sagat? Che le compagnie aeree scelgano regioni (come la Lombardia) che questa tassa non la applicano. Ad oggi Malpensa è un competitor molto forte per Caselle, con questa novità potrebbe scavalcare totalmente l’aeroporto torinese.

Applicare questa tassa aumenterà i costi aeroportuali alle compagnie aeree del 24%.

Sicuramente il rumore di un aereo in partenza o che sta per atterrare non deve essere così piacevole. Noi tutti speriamo che le compagnie non preferiscano altri aeroporti e che il turismo torinese continui a crescere!

Carmen Terrazzino

(credit foto: quotidiano piemontese)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here