Home Articoli HP 30 dicembre 2012, la morte di Rita Levi Montalcini: ci lasciava all’età...

30 dicembre 2012, la morte di Rita Levi Montalcini: ci lasciava all’età di 103 anni

180
SHARE

30 dicembre 2012: la morte di Rita Levi Montalcini, l’addio a un orgoglio torinese e italiano

Il 30 dicembre 2012, Torinol’Italia e tutto il mondo scientifico si trovarono ad affrontare una drammatica notizia: la morte di Rita Levi Montalcini.
La celebre neurologa nacque a Torino il 22 aprile 1909. Di origine borghese, la donna, in giovane età, riuscì a portare avanti i suoi studi. Si laureò in Medicina e Chirurgia nel 1936 presso l’Università degli Studi di Torino.
Durante la Seconda Guerra Mondiale, anche a causa dell’introduzione delle leggi razziali del 1938, la Montalcini si trovò costretta a spostarsi continuamente in giro per l’Italia è per l’Europa. Nonostante ciò, continuò a effettuare esperimenti e ricerche in laboratorio anche in quel periodo.
Terminato il conflitto, la Montalcini iniziò a collaborare con importanti ricercatori, soprattutto statunitensi. Il suo contributo è stato fondamentale anche negli studi sulla lotta al Parkinson e all’Alzheimer.
Nel 1986 raggiunse il punto più alto della sua carriera: vinse il Premio Nobel grazie alle sue ricerche sull’NGF (Nerve growth factor) e sul suo meccanismo d’azione.
Il primo agosto 2001 diventò senatrice a vita. Una carica dovuta al suo impegno in campo scientifico e ai suoi meriti. Conservò l’incarico fino al 30 dicembre 2012, giorno della sua morte. Ci ha lasciati all’età di 103 anni. Un’età che le ha consentito di diventare la più longeva senatrice a vita in carica e la prima vincitrice del Premio Nobel a superare i cento anni di vita.
La morte di Rita Levi Montalcini ha rappresentato una grave perdita per la nostra città e per tutto il mondo. Una mente eccelsa, che tanto ha dato nel corso della sua lunga vita.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here