Home Articoli HP Viabilità, bloccato il progetto per il sottopassaggio della rotatoria Maroncelli

Viabilità, bloccato il progetto per il sottopassaggio della rotatoria Maroncelli

4724
SHARE
Viabilità, bloccato il progetto per il sottopassaggio della rotatoria Maroncelli
Viabilità, bloccato il progetto per il sottopassaggio della rotatoria Maroncelli

Viabilità, niente da fare per il sottopassaggio della rotatoria Maroncelli: progetto bloccato e situazione in fase di stallo

Il sottopassaggio della rotatoria Maroncelli non si farà. Questa, almeno momentaneamente, è la decisione dei Comuni di Torino e Moncalieri.
L’incontro tra le due amministrazioni comunali ha fatto emergere numerose problematiche legate alla realizzazione dell’opera.
Su tutte, è stata evidenziata la crescita esponenziale dei disagi alla circolazione. Un danno di cui l’area coinvolta non avrebbe certo bisogno, visti i continui ingorghi tra corso Unitàd’Italia e corso Trieste.
Un progetto simile avrebbe la necessità di disporre di cantieri grandi, che occupino il territorio per un lungo lasso di tempo. Un’ipotesi assolutamente non praticabile. Si tratta comunque di un freno alla riqualificazione di Torino Esposizioni. Il sottopasso era stato studiato appositamente per evitare l’accumulo di troppi veicoli in un punto così trafficato della città. In futuro, per raggiungere il nuovo centro commerciale e le altre attrazioni ci si dovrà affidare al tragitto abituale.
I rappresentanti di entrambi i Comuni hanno però fatto sapere che c’è aria di ottimismo. Una nuova soluzione dovrà essere trovata al più presto. Le due amministrazioni hanno lasciato intendere che sono già in arrivo nuove proposte per rimediare alla fase di stallo in cui le operazioni sono finite.

I costi elevati e le alternative

Il sottopassaggio della rotatoria Maroncelli sarebbe stato una delle opere di urbanistica e viabilità più imponenti di Torino. Di sicuro, un’operazione che avrebbe cambiato volto alla zona interessata.
Sono però numerosi gli ostacoli a cui si andrebbe incontro, e non riguardano esclusivamente il traffico. Ad esempio, i costi di realizzazione rappresentano un serio problema. Si parla di una cifra di 14 milioni di euro, di cui 3 sarebbero destinati alle utenze e alla risistemazione di cavi e condotte sotto l’asfalto.
Nemmeno le alternative proposte sembrano convincere i due Comuni. Spicca su tutte la possibilità di realizzare un cavalcavia, che però richiederebbe anch’esso l’apertura di cantieri di lunga durata. Inoltre, bisognerebbe poi fare i conti con i vincoli paessaggistici. Il sovrappasso potrebbe essere bocciato già con una simile motivazione.
Insomma, tutto da rifare per Torino e Moncalieri. Dopo la firma dell’accordo nel 2015, le due amministrazioni si trovano nuovamente di fronte a seri problemi per il completamento di un’opera necessaria.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here