Home Articoli HP Torino, il nuovo negozio Biraghi sarà aperto in piazza San Carlo: prenderà...

Torino, il nuovo negozio Biraghi sarà aperto in piazza San Carlo: prenderà il posto di Paissa

4490
SHARE
Torino, il nuovo negozio Biraghi sarà aperto in piazza San Carlo: prenderà il posto di Paissa
Torino, il nuovo negozio Biraghi sarà aperto in piazza San Carlo: prenderà il posto di Paissa
Tempo di lettura: 1 minuto

Torino, il nuovo negozio Biraghi sarà aperto in centro: sarà realizzato in piazza San Carlo ed occuperà gli spazi di Paissa

A Torino, il nuovo negozio Biraghi sarà aperto nel cuore della città. Lo store sarà allestito in piazza San Carlo, dove un tempo c’era Paissa.
L’azienda piemontese, fondata oltre ottant’anni fa e specializzata nella produzione e nella distribuzione di prodotti caseari, ha deciso di investire sulla nostra città. Questa volta, però, con un negozio permanente.
 
Già, perché non è la prima volta che Biraghi decide di aprire un punto vendita in città. In passato ha realizzato due temporary shop. Il primo a settembre del 2016, durante il periodo del Salone del Gusto. Il secondo tra dicembre 2016 e gennaio 2017, per partecipare alle festività natalizie in città.
A Torino, il nuovo negozio Biraghi sarà aperto nei primi mesi del 2018. I lavori di allestimento saranno avviati a gennaio inoltrato. Nel frattempo, sotto i portici è sorto un muro bianco, per tenere in gran segreto lo stato dei lavori. Questo per creare un’atmosfera di attesa, per scoprire le sorprese riservate dallo store.
Il nuovo negozio non sarà semplicemente un punto vendita. Sarà soprattutto uno spazio dedicato alle famiglie che vorranno riscoprire i sapori della tradizione piemontese, tra formaggi e prodotti di primissima qualità.
Per accaparrarsi questo speciale spazio, Biraghi ha dovuto rivolgersi a Intesa San Paolo, proprietaria dei muri in cui sarà aperto il negozio. Una scelta particolare, quella dell’azienda di Cavallermaggiore. Il posizionamento del punto negli spazi occupati da Paissa rappresenta quasi una prosecuzione della tradizione, con un tocco di modernità. L’ex storico negozio, infatti, dalla fine dell’Ottocento produceva eccellenze gastronomiche, la cui bontà veniva verificata direttamente dai Reali. La crisi ha condotto alla sua chiusura circa quattro anni fa. Una grave perdita, per Torino, che ha collezionato, negli ultimi anni, tantissime chiusure di negozi storici.
Dunque, Torino si prepara ad accogliere un nuovo punto di riferimento in ambito culinario. Una nuova attrazione tutta da scoprire per gli appassionati e per i più golosi.


Commenti

Correlato:  Torino, è stata inaugurata la prima Casa della Salute all'ex ospedale Valdese