Home Articoli HP Torino, approvato il progetto per la pista ciclabile che collega la Pellerina...

Torino, approvato il progetto per la pista ciclabile che collega la Pellerina e il Parco Dora

1045
SHARE

Torino, il Comune ha approvato il progetto per la nuova pista ciclabile che collega la Pellerina e il Parco Dora

La pista ciclabile che collega la Pellerina e il Parco Dora sarà realizzata.
Il Comune di Torino, infatti, ha approvato il progetto di questa nuova opera di urbanistica. Una iniziativa coraggiosa, che unirà due aree non troppo lontane della città. I due parchi distano infatti poco meno di 3 km, e coprono due aree nevralgiche della città, notoriamente molto trafficate.
La pista ciclabile in questione è solo l’ultimo dei progetti avviati dall’amministrazione comunale in materia di trasporto sostenibile. Basti pensare alla recente approvazione della pista tra piazza Castello e il Campus Einaudi. Ma non ci si limita solo ai tracciati. Il perfetto connubio delle risorse messe a disposizione dal Comune si completa con l’utilizzo delle bici in condivisione. Sarà possibile sfruttare al meglio i mezzi di ToBike, Mobike, O-Bike e Gobee.bike. Una vera politica di mobilità green, che trova sempre più attuazione.

Dettagli e costi di realizzazione

La nuova pista ciclabile che collega la Pellerina e il Parco Dora sarà un’opera innovativa per l’urbanistica dell’area coinvolta. Al momento, però, occorre precisare che la data precisa di inizio dei lavori non è stata ancora definita. È chiaro che le operazioni verranno avviate tra non molto, già per l’inizio dell’anno.
L’opera sarà costituita per il 60% dal manto stradale. Il restante 40% sarà ricavato dai viali e dagli spazi interni ai parchi. Una volta terminata la pista, il tracciato sarà prolungato a partire da via Nole. Attraverserà corso Potenza e giungerà in via Calabria. Da qui, la pista si articolerà in due direzioni. Verso nord arriverà fino all’ex canale della Ceronda. A sud supererà corso Regina Margherita e la Dora Riparia, per poi terminare presso il parco Carrara.
L’opera richiederà un esborso economico di un milione e 200mila euro. I costi di realizzazione saranno interamente coperti dal Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane 2014-2020.
Una buona notizia, dunque, per gli amanti delle due ruote e per coloro che scelgono abitualmente la bici per muoversi in città. Una modifica necessaria per spostarsi in tutta tranquillità in una zona che, purtroppo, registra annualmente una gran quantità di incidenti di qualsiasi genere.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here