Home Articoli HP Calo del traffico a Caselle: l’aeroporto ha avuto una flessione del numero...

Calo del traffico a Caselle: l’aeroporto ha avuto una flessione del numero dei passeggeri dopo quattro anni

758
SHARE
I voli Blue Air subiscono un forte taglio: a rischio le tratte per Berlino, Roma e Copenaghen
I voli Blue Air subiscono un forte taglio: a rischio le tratte per Berlino, Roma e Copenaghen

Calo del traffico a Caselle: l’aeroporto Sandro Pertini ha una flessione del numero dei passeggeri dopo circa quattro anni

Dopo circa quattro anni, c’è stato il primo calo del traffico a Caselle.
Una notizia che arriva dal confronto dei dati tra i mesi di novembre 2016 e di novembre 2017. Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, il numero degli utenti è sceso dell’1,5%.
Un dato negativo, che però non intacca quanto è stato raccolto da Caselle durante tutto l’anno. Nel complesso, sono stato abbondantemente superati i 4 milioni di passeggeri. Un successo significativo, che ha rappresentato il miglior risultato di sempre dello scalo torinese.

Le cause del calo e le prospettive per il 2018

Il calo del traffico a Caselle è un fenomeno facilmente spiegabile. Di certo non ha molto a che fare con il maggiore o il minore gradimento del servizio da parte degli utenti.
La principale causa di questa diminuzione è il continuo taglio di voli operato da Blue Air. Quella che a inizio 2017 era diventata la prima compagnia dell’aeroporto ha dovuto cedere il passo a compagnie più solide. Questo perché, nonostante l’aumento delle destinazioni, è stata applicata una notevole riduzione dei voli, di oltre il 20%. Inoltre, sono stati eliminati momentaneamente i collegamenti con molte città italiane, come Roma e Trapani.
Il 2018 porta con sé tante incertezze. Questo perché, come anticipato, dalla fine di gennaio non ci sarà più la tratta Torino-Istanbul. Turkish Airlines ha deciso di cancellare la rotta per motivi economici e politici.
Al contrario, sempre nel 2018, non mancheranno nuovi collegamenti con tante capitali europee, come Atene, Parigi, Londra e Stoccolma. Queste ultime due dovrebbero produrre risultati soddisfacenti, grazie alla nuova stagione sciistica.
Insomma, le prospettive per il futuro di Caselle sembrano incerte. Difficilmente sarà possibile ripetere il record di passeggeri di quest’anno, ma è bene non lasciarsi trasportare dal pessimismo.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here