Home Articoli HP Il restauro dell’Abbadia di Stura procede con successo: tetto e facciata sono...

Il restauro dell’Abbadia di Stura procede con successo: tetto e facciata sono stati riparati

501
SHARE

Il restauro dell’Abbadia di Stura procede con successo: completata la prima parte dei lavori

Il restauro dell’Abbadia di Stura è una delle operazioni più interessanti che, al momento, stanno trovando attuazione nella Circoscrizione 6.
L’antico monastero, che un tempo accoglieva i pellegrini, versava in stato di abbandonano da circa vent’anni. La chiesa, inoltre, era stata sconsacrata. Ma proprio quando sembrava non ci fosse più un futuro per l’edificio, ecco l’arrivo dell’associazione “I Templari“, che hanno iniziato a progettare il restauro, anche grazie ai finanziamenti della Compagnia di San Paolo.
Al momento, sono stati ultimati già i lavori riguardanti il tetto e la facciata. A breve partiranno le opere per l’allestimento interno della chiesa e del campanile, che hanno prima bisogno di essere revisionate dagli addetti ai lavori. Infine, si dovrà procedere alla creazione di un centro polifunzionale all’interno dell’Abbadia, che sia aperto al pubblico e che coinvolga il maggior numero possibile di persone. Nel mentre, il campanile sarà adibito a centro museale.
Un progetto ambizioso, studiato appositamente per poter rilanciare uno dei patrimoni dimenticati della nostra città e per restituire un punto di riferimento a una periferia eccessivamente degradata.

Le opere collegate al progetto di restauro

Il restauro dell’Abbadia di Stura potrebbe portare con sé altre modifiche nella zona Barca / Bertolla.
Recentemente, il Comune di Torino e il Comune di San Mauro hanno firmato un protocollo d’intesa per riqualificare il Parco Niemeyer. Quest’ultimo è collegato all’Abbadia di Stura tramite l’ex Cartiere Burgo di Oscar Niemeyer e l’area della periferia nord dell’oltrepò di San Mauro.
Qui, l’intervento delle due amministrazioni comunali sarà fondamentale per creare una nuova area verde. La zona sarà oggetto di interventi, come la piantumazione di nuovi alberi, le migliorie ai canali e il restauro delle cascine storiche. Una serie importanti modifiche, destinate a cambiare positivamente tutta la porzione di territorio coinvolta.
(Foto tratta da Rete Comuni Italiani)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here