Home Articoli HP Torino, i test delle auto senza conducente in programma a Mirafiori Sud...

Torino, i test delle auto senza conducente in programma a Mirafiori Sud e all’ex Incet

946
SHARE

Torino, i test delle auto senza conducente in programma a Mirafiori Sud e all’ex Incet: saranno anche rivisti i regolamenti

A Torino, i test delle auto senza conducente anticipano il futuro della città.
Una serie di esperimenti con automobili in grado di muoversi autonomamente, che inizierà a dare i primi risultati con le prove a Mirafiori Sud e all’ex Incet. In quest’ultimo spazio, recentemente, ha trovato posto EDIT, il nuovo polo enogastronomico della città.
Le auto senza conducente saranno una realtà consolidata della viabilità torinese dei prossimi quattro anni. Entro il 2021, infatti, sarà possibile vedere un buon numero di auto di questo genere in giro per la città. Avremo a disposizione mezzi estremamente intelligenti, in grado di comunicare tra di loro e di evitare i percorsi più trafficati. Una efficace strategia per ridurre pericoli, ritardi e incidenti. In questo senso, saranno applicate modifiche ai regolamenti attuali, per permettere alle nuove auto di essere pienamente efficienti.
Con questa politica, Torino si candida a convertirsi velocemente in capitale italiana dell’industria 4.0. Un obiettivo che richiama alla mente il primo grande sviluppo industriale, che diede al capoluogo piemontese prestigio e ricchezza. Il passaggio dall’industria semplice all’industria futuristica rappresenterà una delle basi fondamentali della Torino che verrà, oltre ai due settori portanti dell’ultimo decennio: la cultura e il turismo.

L’utilizzo della rete 5G per le nuove auto

Torino, i test delle auto senza conducente saranno realizzati solo attraverso la rete 5G.
La nuova connessione, in grado di viaggiare a una velocità venti volte più potente di quella attuale, sarà necessaria per lo sviluppo di questi mezzi innovativi. Una rete potentissima, utilizzata in Italia per la prima volta al Politecnico di Torino.
L’esperimento effettuato al Politecnico, consistente nella visita in tempo reale di piazza Carlo Alberto, è solo una delle dimostrazioni delle potenzialità di questa innovazione.
Gli investimenti di svariati miliardi di euro da parte di Tim ed Ericsson e le ricerche del Poli dovranno portare al conseguimento di importanti risultati in qualsiasi ambito. Sicurezza, sanità, istruzione, ambiente, cultura e molti altri aspetti della nostra vita quotidiana dovranno ricevere benefici da questo importante passo in avanti della tecnologia.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here