Home Articoli HP Torino, la connessione 5G sbarca per la prima volta in Italia: a...

Torino, la connessione 5G sbarca per la prima volta in Italia: a beneficiarne è il Politecnico

975
SHARE
Il Politecnico di Torino si allea con la Michigan State University!
Il Politecnico di Torino si allea con la Michigan State University!

Torino, la connessione 5G sbarca per la prima volta in Italia: nel capoluogo piemontese la prima antenna abilitata per la nuova rete

Grazie alla collaborazione tra Tim e Comune di Torino, la connessione 5G sbarca per la prima volta in Italia.
Il progetto “5G for Italy” ha portato per la prima volta nel nostro Paese questa nuova, potentissima rete. Il privilegio del test spetta al capoluogo piemontese, con il Politecnico che ha potuto beneficiare del montaggio della prima antenna abilitata.
Si naviga a una velocità di 20 Gigabit al secondo. Un risultato eccezionale, che ha permesso al Poli di effettuare interessanti esperimenti. Ad esempio, è stato possibile visitare piazza Carlo Alberto con una guida virtuale, in grado di rispondere con dei sensori e capace di mostrare fedelmente la piazza, che risulta essere in una zona relativamente lontana rispetto al luogo di connessione.
La rete 5G dovrà coprire tutta la città entro tre anni. Il termine massimo per estendere la copertura a tutta Torino è infatti fissato al 2020.

I benefici della connessione 5G

Per Torino, la connessione 5G rappresenta uno dei punti cardine della vita quotidiana dell’immediato futuro. Una novità destinata a migliorare le vite degli utenti, che potranno vivere esperienze virtuali, senza avere nemmeno la necessità di muoversi fisicamente.
L’esempio raccontato precedentemente della visita di piazza Carlo Alberto potrà essere applicato a breve a tutto il patrimonio culturale del nostro territorio. Turisti e appassionati potranno osservare da vicino le bellezze nostrane anche restando nel proprio Paese. Perderanno sicuramente il privilegio di poter viaggiare e di poter essere fisicamente presenti nei luoghi selezionati, ma potranno comunque godere delle meraviglie proposte.
Tim e Politecnico, nel 2018, inizieranno inoltre a progettare nuove applicazioni da utilizzare con la nuova rete. I settori coinvolti saranno molto variegati. Grazie al programma “Torino 5G” saranno sviluppate app che spaziano dal mondo delle smart city, alla sanità, al settore culturale e ambientale, all’industria 4.0, alla sicurezza, alla sanità e all’istruzione. Spazio anche all’automotive, alla mobilità, alla sicurezza stradale, alla logistica e all’agricoltura.
Insomma, l’innovazione appena introdotta darà il via a una serie di grandi cambiamenti, che influiranno attivamente sulla vita di tutti.
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here