Home Articoli HP Oftalmico, il trasferimento dell’Oculistica universitaria alle Molinette sarà avviato lunedì

Oftalmico, il trasferimento dell’Oculistica universitaria alle Molinette sarà avviato lunedì

681
SHARE
Oftalmico, la Commissione per l'accertamento delle cecità trasloca in via Farinelli
Oftalmico, la Commissione per l'accertamento delle cecità trasloca in via Farinelli

Lo scorporamento dell’Oftalmico inizia a prendere forma: il trasferimento dell’Oculistica universitaria alle Molinette sarà avviato lunedì

Il trasferimento dell’Oculistica universitaria alle Molinette sarà avviato lunedì 18 dicembre.
Le attività legate a questo ambito troveranno posto alla Città della Salute, presso il Padiglione Dermatologico del San Lazzaro. Qui saranno posizionati al primo piano il reparto degenza e la sala di chirurgia ambulatoriale.
Al secondo piano ci sarà esclusivamente il polo ambulatoriale, mentre al quarto piano spazio alla camera operatoria per chirurgia maggiore. Infine, al piano terra sarà allestito il pronto soccorso, che sarà ufficialmente operativo da aprile 2018.
Grande novità sarà l’introduzione della possibilità di prenotare visite e prestazioni il Centro Unificato Prenotazioni (Cup). Una soluzione fruibile a partire dalla fine di dicembre.

Il futuro dell’Oftalmico e il malcontento dei cittadini

Il trasferimento dell’Oculistica universitaria alle Molinette è solo il primo passo dello scorporamento dell’Oftalmico. Più avanti, il presidio sarà trasferito nelle sue ultime parti mancanti presso l’Ospedale San Giovanni Bosco. Qui, altri funzioni dell’ex struttura di via Juvarra saranno disponibili a partire dal prossimo anno, con l’attivazione graduale dei servizi nel corso del 2018.
Un cambiamento già annunciato, che ha generato malumori non ancora eliminati tra i cittadini. In passato, oltre alle manifestazioni a tema, era stata presentata anche una lista per le elezioni comunali del 2016. Inoltre, era stata lanciata una raccolta firme, che aveva toccato quota 30mila partecipazioni.
Non c’è stato nulla da fare, nonostante queste iniziative. Dell’Oftalmico, in centro, rimarrà solo il ricordo, mentre saranno le altre strutture sanitarie a erogare un servizio che, a detta di molti torinesi, era già molto efficiente.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here