Home Articoli HP Assalto dei nomadi al canile di via Germagnano, i volontari chiedono aiuto...

Assalto dei nomadi al canile di via Germagnano, i volontari chiedono aiuto al Comune e ai torinesi

3368
SHARE

Torino, l’assalto degli zingari al canile di via Germagnano ha mandato in tilt la struttura: gravi danni e disagi per gli animali

L’assalto degli zingari al canile di via Germagnano è stato un colpo durissimo per la struttura e gli addetti alla gestione.
Gli atti di vandalismo hanno con cui questi soggetti hanno messo a ferro e fuoco l’edificio sono stati a dir poco brutali. Per rubare il rame delle caldaie presenti all’interno del canile, gli zingari si sono armati di bastoni e martelli e hanno distrutto parte dei muri e le telecamere di sorveglianza. Nelle loro azioni rientra anche il danneggiamento dei quadri elettrici e dell’impianto di sicurezza. Di conseguenza, i cento animali (ottanta cani e venti gatti) sono rimasti al buio.
Una situazione terribile, sia per gli animali che per i volontari, che richiede un intervento tempestivo da parte delle istituzioni.

Le richieste dei volontari per risollevare le sorti del canile

L’assalto degli zingari al canile di via Germagnano ha causato danni per 20/30mila euro. Una cifra enorme, che i soli volontari non possono coprire autonomamente.
Per questo, i responsabili della struttura hanno lanciato un doppio appello al Comune di Torino. Il primo di natura economica, per ricevere sostegno e fondi per rimettere a nuovo le parti danneggiate dell’edificio. Il secondo appello riguarda invece la sicurezza. È stato richiesto a Palazzo Civico il dispiegamento dell’esercito nella zona interessata, poiché i militari presenti in precedenza sono stati mandati a vigilare in via Giordano Bruno, presso le palazzine dell’ex Moi. Con l’abbandono dei militari, sono ripresi gli atti di violenza e vandalismo degli zingari, che prima erano stati eliminati quasi totalmente.
Infine, dall’Enpa e dai vertici del canile di via Germagnano arriva anche un altro appello, questa volta rivolto a tutti i torinesi. Una richiesta di aiuto, per piccole donazioni di denaro.
Piccole somme per poter comprare i beni di prima necessità per i cani e i gatti ospitati. Basterebbe anche una donazione di coperte, crocchette e altri oggetti utili, magari inutilizzati dai cittadini.
Un gesto di solidarietà in vista dell’arrivo delle festività natalizie, che potrà rendere migliori queste giornate anche per gli animali.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here