Home Articoli HP Torino, le consegne a domicilio da parte dei supermercati iniziano a prendere...

Torino, le consegne a domicilio da parte dei supermercati iniziano a prendere piede in città

1162
SHARE
Torino, le consegne a domicilio da parte dei supermercati si diffonderanno sempre di più: anche Coop e Eataly pensano all'introduzione del servizio
Torino, le consegne a domicilio da parte dei supermercati si diffonderanno sempre di più: anche Coop e Eataly pensano all'introduzione del servizio

Torino, le consegne a domicilio da parte dei supermercati si diffonderanno sempre di più: anche Coop e Eataly pensano all’introduzione del servizio

A Torino, le consegne a domicilio da parte dei supermercati iniziano a essere una pratica sempre più diffusa.
Su questa pratica, adottata maggiormente da negozi online, ristoranti e altri generi di attività, stanno ragionando seriamente anche le catene della grande distribuzione organizzata. Su tutte, hanno iniziato a mobilitarsi con particolare interesse Eataly e Coop. Quest’ultima, a Torino, aprirà tre nuovi punti vendita in via Botticelli, nell’area Tne e allo Scalo Vallino. Per questo, non vorrà farsi trovare impreparata con la sua espansione e sta già sperimentando, per la fine di febbraio 2018, l’iniziativa “La spesa che non pesa“. Sempre Coop, tramite la società Novacoop, intende inoltre acquistare un magazzino in zona Santa Rita, per poter organizzare ed erogare in maniera ottimale questo servizio.
In questo senso, Amazon, con le sue consegne rapide, rappresenta un punto di riferimento per efficienza e qualità, oltre che per ricavi. In altri settori, si sono già ampiamente distinti Foodora, Just Eat e Deliveroo. Tutti esempi da cui la GDO intende trarre spunto.

Le innovazioni torinesi in questo ambito

A Torino, le consegne a domicilio da parte dei supermercati saranno senz’altro seguite da quelle dei negozi tradizionali. Una necessità sempre più sentita, che porterà molte attività a dotarsi di un servizio come quello della consegna a casa.
In questo ambito, nella nostra città non mancano applicazioni, piattaforme e imprese già operative. A breve, precisamente il prossimo 18 dicembre, arriverà a Torino Winelivery, attività di piazza Castello, che porta a casa vini a temperatura controllata. Più avanti saranno disponibili anche le consegne di vermouth torinese.
Sempre nel capoluogo piemontese è stata fondata una nuova startup, Take My Things. Vanta un bacino di utenza di circa 6mila persone e permette a fattorini indipendenti di operare liberamente con le attività commerciali. Nulla da inventare, invece, per il trasporto dell’acqua e delle confezioni pesanti: se ne occupano già i torinesi di Tobevy.
Dunque, Torino cerca di recuperare terreno rispetto alle altre città europee e si evolve rapidamente nell’e-commerce. Questi ulteriori passi verso la modernità si apprestano a cambiare definitivamente le nostre abitudini di spesa.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here