Home Articoli HP Le cassette delle lettere negli androni torinesi: una chicca da scoprire e...

Le cassette delle lettere negli androni torinesi: una chicca da scoprire e ammirare.

950
SHARE
Le cassette delle lettere negli androni torinesi: una chicca da scoprire e ammirare.
Le cassette delle lettere negli androni torinesi: una chicca da scoprire e ammirare.

Le cassette delle lettere che scopriamo nei palazzi d’epoca torinesi, spesso sono delle vere e proprie opere d’arte.

Oltre ad essere un reperto archeologico cittadino, esse rivelano l’anima aristocratica torinese.

Le vediamo in legno, con intarsi e lavorazioni regolari o arrotondate e floreali.

Evocano attese, speranze, amori, gioie e dolori.

Sono affascinanti e un po’ malinconiche perché nell’epoca del web, di WhatsApp e delle e-mail, nessuno spedisce più le lettere.

Poste Italiane attesta che la corrispondenza cartacea si è dimezzata negli ultimi 15 anni.

Eppure avere la cassetta delle lettere non solo è opportuno, bensì è obbligatorio.

Il Decreto Ministeriale del 2001 sancisce che il postino non è tenuto a depositare la posta per terra o su altri piani di appoggio.

Le cassette delle lettere negli androni torinesi: una chicca da scoprire e ammirare.
Le cassette delle lettere negli androni torinesi: una chicca da scoprire e ammirare.

Le normative ministeriali definiscono anche la posizione delle cassette delle lettere.

Devono essere collocate in un luogo di libero accesso.

C’è inoltre una normativa europea (UNI EN 13724) che ne definisce determinati standard di dimensioni, sicurezza e salvaguardia della privacy.

C’è da sperare che le nostre meravigliose buche delle lettere non vengano mai sottoposte ad un controllo qualità!

Le cassette delle lettere raccontano la nostra storia.

Il giorno che diventeranno superflue, forse ci dimenticheremo che per oltre mezzo millennio la posta è stata il più importante mezzo di comunicazione disponibile.

In un primo periodo il trasporto delle lettere era libero ed aperto a chiunque volesse occuparsene.

Le cassette delle lettere negli androni torinesi: una chicca da scoprire e ammirare.
Le cassette delle lettere negli androni torinesi: una chicca da scoprire e ammirare.

Quando i governanti compresero che il controllo del servizio postale poteva portare introiti, rivendicarono il diritto regale al monopolio del trasporto della posta: lo jus postale.

Tra 1700 e 1800 lo sviluppo della società industriale rese inadeguato il sistema postale tradizionale.

I governi dovettero riorganizzare il servizio postale introducendo il francobollo.

E’ solo nel 1961 che compaiono le classiche cassette rosse a due feritoie fatte per spedire lettere in città o fuori.

A cura di Laura Polesinanti, House Hunter ed intermediaria immobiliare

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here