Home Arte Torino, l’Abbonamento Musei donato a 16mila studenti del Poli: pronte novità anche...

Torino, l’Abbonamento Musei donato a 16mila studenti del Poli: pronte novità anche sulla validità

446
SHARE
Torino, l'Abbonamento Musei donato a 16mila studenti del Poli: pronte novità anche sulla validità
Torino, l'Abbonamento Musei donato a 16mila studenti del Poli: pronte novità anche sulla validità

Torino, l’Abbonamento Musei donato a 16mila studenti del Politecnico: premiati i ragazzi meritevoli e in regola con gli esami.

A Torino, l’Abbonamento Musei riesce sempre a far registrare decine di migliaia di iscritti. I numeri di quest’anno parlano chiaro: ben 130mila persone hanno deciso di sottoscrivere la tessera.
Nonostante alcuni mesi di stallo, soprattutto a inizio anno (quando ci fu un calo di oltre il 30% rispetto al 2016 nelle sottoscrizioni), la ripresa è arrivata velocemente. A questo numero già imponente si andranno ad aggiungere altre 16mila partecipazioni, grazie al Politecnico di Torino.
L’ateneo ha infatti deciso di regalare un abbonamento agli studenti più bravi e meritevoli. Una possibilità in più per visitare le bellezze di Piemonte e Lombardia per chi mostra più impegno e capacità di stare in linea con i programmi e gli esami.
Una misura, questa del Politecnico, che mira a più obiettivi. Innanzitutto, avvicina un numero più vasto di ragazzi a musei, siti storici e tesori culturali.
Il fatto che tutto sia gratuito rappresenta un incentivo in più. E poi c’è un’alta componente da non sottovalutare: l’età media dei visitatori abbonati. Quest’ultima, che si aggira sui 52 anni, può essere notevolmente abbassata da questa iniziativa. Non solo pensionati o persone benestanti che devono impiegare il proprio tempo o che portano avanti proprie passioni, ma anche giovani ragazzi in fase di formazione.

Le nuove proposte della Regione per il futuro

A Torino, l’Abbonamento Musei consente di visitare, come detto, le bellezze e i luoghi di Piemonte e Lombardia. A breve, però, potrebbero arrivare importanti novità in questo senso.
Dopo aver approvato e espresso soddisfazione per quando è stato fatto dal Politecnico, l’Assessorato alla Cultura della Regione Piemonte ha fatto sapere di voler aumentare il raggio di validità della tessera. Nello specifico, l’abbonamento dovrà essere utilizzabile anche in Val d’Aosta. Si dovrà sfruttare il turismo “in prossimità”, vista la vicinanza con la regione e la grande abbondanza di bellezze visitabili.
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here