Home Articoli HP Rivoluzione a Porta Palazzo: ostello, Mercato Centrale e osterie!

Rivoluzione a Porta Palazzo: ostello, Mercato Centrale e osterie!

21137
SHARE
Rivoluzione a Porta Palazzo: ostello, Mercato Centrale e osterie!
Rivoluzione a Porta Palazzo: ostello, Mercato Centrale e osterie!

Rivoluzione a Porta Palazzo con la costruzione di osterie slow food e ostelli di lusso; l’Appendino parte da qui!

Rivoluzione a Porta Palazzo con la riqualificazione di tutta la zona. Punto di partenza? Il cibo! Sotto il simbolo della chiocciolina di Slow Food, questo luogo rinascerà in tre punti ben precisi: l’ex caserma dei vigili del fuoco, il PalaFuksas e il mercato del pesce.

All’interno dell’ex caserma dei vigili del fuoco nascerà un ostello di lusso della catena “WE” di Gastameco (situati già a Bologna e Venezia) e un’osteria targata Slow Food. Il PalaFuksas verrà riqualificato creando una sorta di Mercato Centrale come quello di Firenze. Un mercato di 2 mila metri quadrati dove acquistare e soprattutto gustare, magari fino a tarda sera, i prodotti tipici della gastronomia e dell’enologia torinese. Il mercato del pesce sarà la base per tanti piccoli banchetti e ristoranti di pesce, per l’appunto con dehors sulla piazza. Il padiglione dovrà essere lasciato libero dagli ambulanti che lo occupano attualmente entro gennaio.

Rivoluzione a Porta Palazzo: ostello di lusso, Mercato Centrale e osterie!
Rivoluzione a Porta Palazzo: ostello di lusso, Mercato Centrale e osterie!

Bisogna trovare e creare nuove attrazioni per i turisti e se già il mercato di Porta Palazzo è il più grande d’Europa dobbiamo pensarlo e rifarlo in modo adeguato, con più ordine, prendendo esempio dal Mercato di San Lorenzo a Firenze, ma anche il mercado di San Miguel a Madrid o quello della Boqueria a Barcellona.

L’idea è buona. Il progetto è vincente. L’obiettivo è finire i lavori entro il 2018. Al momento bisogna pensare ad iniziare i lavori, parlare con gli ambulanti che sicuramente si troveranno spaesati e successivamente completarli, senza fretta perché non ci corre dietro nessuno.

Diamo l’inizio alle danze e speriamo che Porta Palazzo possa tornare a vivere anche la sera!

Carmen Terrazzino

(credit foto: Scopri Porta Palazzo / Corriere Torino)

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here