Home Articoli HP L’ex Ospedale Maria Adelaide di Torino sarà adibito provvisoriamente a struttura per...

L’ex Ospedale Maria Adelaide di Torino sarà adibito provvisoriamente a struttura per i senzatetto

2163
SHARE
Ospedale Maria Adelaide: quale sarà il suo destino?

L’ex Ospedale Maria Adelaide di Torino sarà adibito a struttura per l’accoglienza dei senzatetto: decisione provvisoria, a breve le conferme sul suo futuro

L’ex Ospedale Maria Adelaide di Torino sarà adibito provvisoriamente a struttura per i senzatetto.
L’edificio, le cui funzioni sono state suddivise due anni fa tra Cto e Ospedale Regina Margherita (con un costo di 100mila euro), sarà utilizzato per le stagioni più rigide. Sarà una soluzione momentanea che, però, non può essere esclusa a priori come possibile funzione futura del Maria Adelaide. Questo perché i posti letto ci sono e la struttura può garantire un appoggio a tantissime persone. Si tratterebbe di una ottima misura per iniziare a combattere i disagi della povertà.
Il Maria Adelaide è ancora in condizioni abbastanza buone. Certo, risulta abbandonato per la mancanza di attività quotidiane al suo interno, ma gode comunque di un buon sistema di vigilanza. Non presenta grossi danni al suo interno, ma ha bisogno di alcune migliorie. Per esempio, bisognerà intervenire sull’impianto idrico e sulla caldaia, data la prolungata inattività degli elementi.
Nell’ex Ospedale Maria Adelaide di Torino era stato organizzato l’evento The Others. La seconda edizione della kermesse aveva occupato più piani e più stanze rispetto a quella del 2016. Un caso isolato, quello di questa manifestazione, perché non si potrà utilizzare l’edificio come sede di eventi. Ma nemmeno come struttura sanitaria.
L’ex ospedale, infatti, non entrerà a far parte del circuito di poliambulatori torinesi. Una serie di edifici appositamente utilizzati per funzioni particolari e per avere più posti letto, come già è accaduto e sta accadendo con l’ex Valdese e con l’Oftalmico.
A questo progetto potrebbe contribuire la Compagnia di San Paolo. Non è stato infatti individuato nessun soggetto in grado di finanziare questa iniziativa. Dunque potrebbe intervenire la Compagnia, spesso al centro di molti eventi e molti cambiamenti della città. Modi e tempi di realizzazione delle modifiche sono ancora incerti e riservati, nell’attesa di capire il da farsi.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here