Home Articoli HP Torino, il car sharing non sarà esteso anche ai comuni della Città...

Torino, il car sharing non sarà esteso anche ai comuni della Città Metropolitana

1938
SHARE
Il car sharing invade Torino: ecco arrivate Enjoy e Car2go
Il car sharing invade Torino: ecco arrivate Enjoy e Car2go

Torino, il car sharing non sarà esteso ai comuni della Città Metropolitana: Enjoy e Car2Go non ampliano il servizio

A Torino, il car sharing è uno dei servizi maggiormente utilizzati per quanto riguarda la condivisione delle risorse del trasporto ecologico.
Una opportunità che permette di muoversi con auto nuove, che consumano ed inquinano in misura limitata. A migliorare il servizio contribuisce il costo, sempre contenuto per quanto riguarda le tariffe orarie e degli abbonamenti.
I miglioramenti degli ultimi periodi hanno spinto l’amministrazione comunale a proporre alle due maggiori compagnie una estensione del servizio. Nello specifico, sono state interpellate Enjoy e Car2Go in merito a un possibile ampliamento della rete di copertura. Le due società, però, hanno rigettato la proposta di Palazzo Civico.
L’idea era quella di portare il servizio fuori dai confini cittadini, in almeno 35 comuni della provincia. Tra questi, troviamo Nichelino, Moncalieri, Collegno, Rivoli, Beinasco, Cirié, Candiolo, None, Rivalta, San Mauro, Santena, Vinovo, Leinì, La Loggia, Grugliasco, Druento, None, Pino Torinese e Piossasco. Se Car2Go ed Enjoy avessero approvato l’iniziativa, avrebbero potuto beneficiare di uno sconto sul canone dovuto alla Città di Torino. Uno sconto del 5% se il servizio fosse stato esteso a 5 comuni, del 10% se ne fossero stati coinvolti almeno 10. In cambio, le compagnie avrebbero dovuto procurare 300 auto di età non superiore ai quattro anni, di categoria Euro 6. Nulla da fare, però. Almeno per ora, poiché si tenterà di raggiungere accordi anche in futuro.
A Torino, il car sharing rappresenta uno dei punti di riferimento per lo spostamento di molti cittadini. Un servizio molto diffuso e apprezzato, di cui, però, vorrebbero beneficiare sempre più cittadini, non necessariamente residenti in città. Stesso discorso per il bike sharing e l’innovativo servizio di free floating, con le diverse compagnie approdate nel capoluogo piemontese che potranno estendere la loro offerta e il loro business nelle cittadine limitrofe.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here