Home Articoli HP Torino, il divieto di vendita di alcol sarà esteso a tutta la...

Torino, il divieto di vendita di alcol sarà esteso a tutta la città: cambiano anche gli orari

12353
SHARE
Movida a San Salvario, arrivano app e braccialetti per il popolo della notte
Movida a San Salvario, arrivano app e braccialetti per il popolo della notte

Torino, il divieto di vendita di alcol e di bevande superalcoliche d’asporto sarà esteso a tutta la città: cambieranno anche gli orari di validità del divieto

A Torino, il divieto di vendita di alcol e di bevande superalcoliche d’asporto potrà essere esteso a tutta la città.
La notizia è stata annunciata dal Comune, nella persona di Alberto Sacco, Assessore al Commercio. Dopo una serie di riunioni e confronti con i commercianti, si è giunti a questa conclusione. Sarà possibile estendere l’ordinanza a tutti i quartieri.
A Torino, il divieto di vendita di alcol era stato applicato questa estate solo a San Salvario e al Quadrilatero, dalle 20:00 alle 06:00 del mattino seguente. Una mossa che ha ridotto notevolmente la “malamovida”, e che ha così spinto l’amministrazione e gli esercenti a pensare a questa misura come ottimo strumento per risolvere numerosi problemi. Tra questi rientrano il chiasso, il degrado, l’impossibilità per i residenti di riposare o di vivere in sicurezza.
Sono state diverse le modifiche proposte alla nuova ordinanza che troverà applicazione nei prossimi mesi. Inizialmente, il divieto avrebbe compreso anche l’obbligo di chiusura dei locali alle 02:00. Un’ipotesi che ha fatto storcere il naso ai commercianti, che anzi, dopo aver rifiutato, hanno proposto di spostare l’orario di inizio del blocco. Dalle 20:00 si è passati alle 21:00, ma i titolari dei locali chiedono che l’inizio venga posto alle 22:00. Una condizione che potrebbe essere concessa senza troppe difficoltà dal Comune.
Comune, esercenti e Circoscrizioni di appartenenza si sono dichiarati tutti favorevoli e soddisfatti da questa nuova iniziativa. Resta da capire se ci sarà anche la possibilità di concedere la precedenza e l’esclusiva sui parcheggi ai residenti delle zone maggiormente interessate da questo fenomeno. In questo senso, il primo quartiere ad avere bisogno di interventi sarà Vanchiglia, con i cittadini che necessiteranno di qualche misura di sostegno.
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here