Home Articoli HP Il 30 novembre ci sarà la chiusura del mercato coperto di corso...

Il 30 novembre ci sarà la chiusura del mercato coperto di corso Racconigi: proteste dei commercianti

5746
SHARE

La chiusura del mercato coperto di corso Racconigi sarà ufficiale dal prossimo 30 novembre: i commercianti cercano di mediare con il Comune

Il prossimo 30 novembre ci sarà la chiusura del mercato coperto di corso Racconigi. La decisione è arrivata con la lettera di richiesta del Comune. Un vero e proprio sfratto, che dispone il definitivo abbandono delle mura da parte dei commercianti.
Le cause che hanno portato a questo epilogo sono diverse. Il consorzio che gestisce l’area è colpevole di non aver pagato al Comune le somme dovute alla concessione degli spazi. Concessione deceduta già nel 2013, che autorizzava il Comune a richiedere un pagamento di 660mila euro arretrati. Nonostante l’intervento della magistratura, la cooperativa ha continuato a operare con gli esercizi presenti fino ad oggi. Nonostante le intimazioni, le attività sono rimaste dove erano. Così, l’amministrazione comunale ha deciso di adottare soluzioni drastiche.
La chiusura del mercato coperto di corso Racconigi ha provocato reazioni contrastanti. Molti esercenti hanno abbassato già la saracinesca: quasi metà delle attività ha abbandonato già la struttura. Altre, come la tabaccheria, stanno smontando in questi giorni le proprie attrezzature, per andare via e spostarsi. Altri commercianti, però, non si arrendono. Alcuni minacciano proteste davanti al Comune o di incatenarsi davanti a Palazzo Civico. Il punto è che, per molte attività, la chiusura sarebbe forzata, e non dettata dalla crisi. Un eventuale cambio di sede comporterebbe il rischio di perdere clienti.
Si sta facendo largo anche l’ipotesi di una riunione tra gli esercenti e l’Assessore al Commercio, Alberto Sacco, per mediare e trovare una soluzione. Uno scenario che dovrebbe verificarsi entro il 29 novembre. Una lotta contro il tempo per salvare negozi aperti da oltre quindici anni, che rappresentano una fonte di sostentamento per le famiglie di coloro che ci lavorano.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here