Home Articoli HP Collegamenti per la Palazzina di Caccia di Stupinigi, pronta una navetta e...

Collegamenti per la Palazzina di Caccia di Stupinigi, pronta una navetta e altri progetti

1031
SHARE
Una macchina fotografica umana a Stupinigi per i 100 anni di Nikon
Una macchina fotografica umana a Stupinigi per i 100 anni di Nikon

Torino, pronti numerosi progetti per i nuovi collegamenti per la Palazzina di Caccia di Stupinigi: in programma una navetta

I collegamenti per la Palazzina di Caccia di Stupinigi sono sempre più spesso un tema di grande importanza per lo sviluppo del turismo a Nichelino.
Il sindaco, Giampiero Tolardo, si sta spendendo per trovare soluzioni sostenibili per giungere a una buona soluzione.
Tra le tante ipotesi vagliate, per collegare Stupinigi e Torino si sta pensando a una navetta. Un pullman apposito, che dovrà partire da strada del Drosso (attuale capolinea della linea 4) e arrivare alla residenza sabauda.
L’idea, che sembra riscuotere molto gradimento, potrebbe iniziare ad essere applicata nei week end e nei ponti festivi. Una serie di esperimenti per valutarne la validità e l’efficienza.
Un progetto, questo, a cui Nichelino sta lavorando da anni. Sono coinvolti anche cinque Comuni vicini, che dialogano con importanti enti che potenzialmente potranno finanziare i costi. Parliamo di Compagnia di San Paolo, Fondazione Crt e l’Ente Parco Stupinigi.

L’ipotesi di allungare la linea numero 4

I collegamenti per la Palazzina di Caccia di Stupinigi sembrano dunque poter seguire quanto fatto con Venaria. Per raggiungere la Reggia, infatti, è stata istituita una apposita linea, il Venaria Express. Spezzo composta da pullman nuovi ed ecologici, la linea VE1 risulta essere molto gradita da turisti e torinesi per spostarsi e raggiungere Venaria.
Nel caso in cui, però, Nichelino non riesca a dotarsi in maniera permanente di una navetta, ecco che spunterebbe un altro scenario. Ci sarebbe la possibilità di allungare il tram di linea 4 per altri due chilometri.
Un’idea non proprio campata per aria, a cui stanno pensando i Comuni di Torino e Nichelino. L’ipotesi sarebbe più concreta se ci fosse una riqualificazione del tratto compreso tra l’attuale capolinea di strada del Drosso e la destinazione, nei pressi della rotonda di Stupinigi. Dovranno essere riadattate le aree circostanti e dovrà essere incentivata la nascita di attività agricole. Inoltre, dovrà essere eliminato il parcheggio in prossimità dei giardini della Palazzina. Dovrà essere individuata una nuova area idonea per la sosta delle auto e per non rendere trafficata la zona visitabile dai turisti.
Una serie di interventi, questi, che prevedono corposi investimenti e lunghi tempi di realizzazione. Si parla di ben tre anni di lavori per rendere reale tutto quanto è stato precedente elencato. Il tutto al costo di circa 2 milioni di euro. Il vantaggio, però, sarebbe enorme: si potrebbero collegare Stupinigi e il centro con una sola linea e un massimo di tre quarti d’ora di percorrenza. Un bell’invito per i visitatori a recarsi presso la residenza sabauda.
Insomma, ci troviamo di fronte a un importante cambiamento nella viabilità torinese. Una piccola rivoluzione che potrebbe significare tanto per lo sviluppo del turismo locale e per dare ai turisti più possibilità sulle attrazioni da visitare.
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here