Home Articoli HP 40 luoghi per investire a Torino

40 luoghi per investire a Torino

1512
SHARE
40 luoghi per investire a Torino
40 luoghi per investire a Torino

La nostra House Hunter Laura Polesinanti ci porta alla scoperta dei luoghi in cui è possibile investire a Torino

Possiamo ufficialmente smentire il luogo comune secondo cui Torino inventa e poi si fa rubare le idee.

Passeggiando nel corridoio urbano che va dal Grattacielo Intesa San Paolo al Politecnico passando per le ex OGR, ci accorgiamo di quanto i torinesi siano attivi ed efficaci nel campo dell’innovazione.

Questa traiettoria è chiamata “il miglio dell’innovazione”

Un progetto lanciato un paio di anni fa. In un miglio lineare ci sono 2 università, 5 centri di ricerca, 3 poli di innovazione, 2 incubatori, 30mila studenti e 5.600 ricercatori (gran parte stranieri) oltre a 250 aziende, 80 start up, 2 stazioni ferroviarie, 2 fermate metro. Il grande boulevard che copre il passante ferroviario agevola lo scorrimento lungo questo asse.

Non contento del secondo posto al premio “Capitale europea dell’innovazione”, il Comune di Torino ha deciso di estendere il “miglio dell’innovazione” . Nella sua traiettoria includerà il Parco della Salute con il suo polo delle Scienze e tecnologie del farmaco e di biotecnologie di via Nizza.

Il Comune ha mappato 40 aree che saranno scenario dell’innovazione di Torino.

Intorno al Polo della Lavazza in via Bologna potrebbe essere realizzato un progetto di riconversione di spazi per circa 1.000 mq.

L’ex stabilimento Thyssen di corso Regina Margherita dovrebbe essere riqualificato mantenendo uso produttivo.

La trasformazione coinvolgerà anche Manifattura Tabacchi e l’ex sede del Toroc. In Barriera di Milano e Regio Parco la ex Nebiolo, la ex Regaldi e la ex Pastore. Dall’altra parte della città gli spazi della ex Mirafiori e le arcate dell’ex Moi.

Le residenze universitarie sono una delle risorse su cui punta la città per recuperare o riqualificare il territorio.

In tutto sono 13 i siti che saranno destinati ad alloggio per gli studenti. Una di queste l’area Ponte Mosca vicino al Campus Einaudi.

Città, Regione, Camera di Commercio, Politecnico e università e Centro per l’Internazionalizzazione lavorano con un obiettivo comune: attrarre investimenti nazionali e internazionali.

Il primo passo è stato mappare la città per individuare le aree disponibili e le rispettive potenziali destinazioni d’uso. Schede informative per ogni sito compongono un catalogo che mette in vetrina le potenzialità della nostra Torino.

A cura di Laura Polesinanti, House Hunter ed intermediaria immobiliare

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here