Home Articoli HP Torino e Nichelino saranno città napoleoninche: entreranno nella Federazione di Charles Bonaparte

Torino e Nichelino saranno città napoleoninche: entreranno nella Federazione di Charles Bonaparte

696
SHARE
La mostra di Napoleone a Torino si farà a Palazzo Cavour: evento imperdibile dal 28 ottobre
La mostra di Napoleone a Torino si farà a Palazzo Cavour: evento imperdibile dal 28 ottobre

Torino e Nichelino saranno città napoleoninche: la Federazione di Charles Bonaparte propone la partecipazione alle due città

Torino e Nichelino saranno città napoleoninche. Il capoluogo piemontese e uno dei suoi comuni limitrofi entreranno a far parte della Federazione di Charles Bonaparte.
A proporre l’adesione a questa rete culturale è stato direttamente il pronipote di Napoleone. Durante la sua visita nella città della Mole, in occasione della mostra a Palazzo Cavour sul suo antenato, Charles ha illustrato le condizioni di una possibile collaborazione. Torino e Nichelino dovrebbero entrare nella Federazione da lui creata, con la partecipazione rispettivamente di Palazzo Reale e della Palazzina di Caccia di Stupinigi. Due luoghi simbolo delle visite in Piemonte di Napoleone, che, negli anni, si è concesso soggiorni di prestigio qui.
La possibilità di entrare nel circuito organizzato da Charles Bonaparte permetterebbe alle due città di cogliere determinate occasioni. Sarà possibile, infatti, pubblicizzare eventi a tema, mostre e manifestazioni riguardanti l’Imperatore. Poiché l’associazione conta una rete radicata in tutta Europa, la possibilità di attirare turisti esteri in città è più che concreta. A tal proposito, le amministrazioni comunali delle due città sono più che entusiaste della proposta, e stanno aspettando di definire l’accordo.
Torino e Nichelino saranno città napoleoninche, al pari di altre realtà piemontesi. Nella nostra regione, infatti, altri Comuni sono stati inclusi in questa rete. Parliamo di Marengo, (in provincia di Alessandria), Cherasco e Torresina (provincia di Cuneo). Tutti luoghi fortemente legati con la storia dell‘Imperatore, che ha avuto modo di apprezzare e visitare più volte il nostro territorio.
Dunque, una partnership interessante, quella che sta per essere avviata. Un’ulteriore grande occasione per dare slancio al turismo locale, con particolare attenzione alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, sempre più in ascesa negli ultimi tempi.
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here