Home Ambiente Piemonte, i volontari AIB costretti a pagare il pedaggio per andare a...

Piemonte, i volontari AIB costretti a pagare il pedaggio per andare a spegnere gli incendi

2721
SHARE

Piemonte, i volontari AIB costretti a pagare il pedaggio al casello di Avigliana nonostante stessero andando a spegnere gli incendi

Con la drammatica situazione creata dagli incendi che stanno devastando intere aree del Piemonte, i volontari AIB (Gruppi Antincendi Boschivi) rappresentano una risorsa in più.
Sono stati circa 600 gli operatori che si sono recati spontaneamente presso le valli distrutte dalle fiamme. Un gesto nobile, che però non è stato ripagato nel migliore dei modi. Tutta colpa della burocrazia, che ha fermato i volontari al casello di Avigliana con una richiesta incomprensibile ma, al tempo stesso, conforme con la formalità. I mezzi di trasporto dei volontari erano tenuti a pagare il pedaggio per raggiungere la località di Mompantero (una delle più colpite dalle devastazioni).
In Piemonte, i volontari AIB hanno, come norma di regolamento, il divieto di girare con denaro in contanti. Una regola che non ha permesso dunque di evitare la sanzione. È infatti stata recapitata una segnalazione di mancato pagamento, sia all’andata che al ritorno. Condizione necessaria per permettere almeno il transito dei mezzi verso le destinazioni.
Una situazione tragicomica, che però è stata risolta da Sitaf.
Quest’ultima, che è la società che gestisce i tratti autostradali interessati da questa vicenda, ha eliminato le segnalazioni emesse dal casellante.
E anche giustamente, poiché volontari e forze dell’ordine che operano in situazioni di emergenza non dovrebbero pagare pedaggi, stando a quanto afferma la legge. Un equivoco che ci si augura non capiti nuovamente, vista l’urgenza dell’intervento di uomini e mezzi in un contesto simile.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here