Home Ambiente Torino, l’emergenza idrica segnalata dal Comune per gli incendi: Smat smentisce il...

Torino, l’emergenza idrica segnalata dal Comune per gli incendi: Smat smentisce il pericolo

1206
SHARE

Torino, l’emergenza idrica segnalata dal Comune sembra essere meno grave del previsto: Smat smentisce possibili pericoli

A Torino, l’emergenza idrica segnalata dal Comune sembra confermata da più parti. Anche Ato3, società che si occupa del settore idrico tra Torino e provincia, ha invitato a utilizzare l’acqua solo per le funzioni essenziali. Dunque, stessa linea di Palazzo Civico, che aveva pubblicato un’ordinanza a tal proposito.
Lo scopo principale è quello di preservare la maggior quantità possibile di acqua, poiché potrebbe esserci carenza e necessità dell’acqua stessa. Questo a causa degli incendi, che stanno devastando le valli torinesi.
Non è dello stesso avviso la Smat, la società che gestisce l’acquedotto torinese. Anzi, per Torino, l’emergenza idrica non rappresenta minimamente un’ipotesi veritiera. Questo perché il capoluogo piemontese ha riserve idriche per oltre un mese. I Comuni interessati dai roghi, inoltre, non sembra patire eccessivamente le conseguenze sotto questo punto di vista. E nemmeno i pompieri, che non incontrano grosse difficoltà nell’intervenire con le autobotti.
Sono veramente tante e ben dotate le risorse a cui può attingere la città e la provincia. Pozzi, falde e depurazione delle acque del Po: milioni e milioni di metri cubi d’acqua sono a disposizione dei torinesi. Nonostante ciò, occorre prudenza nell’utilizzo, specie in questo periodo incerto. Chiaramente, però, non è il caso di abbandonarsi ad allarmismi. Almeno stando a quanto afferma Smat, che ha voluto allontanare qualsiasi possibilità di pericolo.
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here