Home Articoli HP L’ex area Centrale del Latte diventerà un supermercato: proteste dei residenti

L’ex area Centrale del Latte diventerà un supermercato: proteste dei residenti

1096
SHARE

Torino, l’ex area Centrale del Latte sta per diventare un supermercato: i residenti insorgono perché il piccolo commercio ne patirà le conseguenze

L’ex area Centrale del Latte sta per diventare un supermercato. La notizia, che ha trovato il disappunto di molti cittadini, è ufficiale.
Il gruppo Dimar costruirà un supermarket di medie dimensioni, con il suo marchio, tra via Baltimora e via Filadelfia. Lo farà versando una cifra ci 750mila euro nelle casse del Comune. Denaro necessario per sostenere i costi di urbanizzazione. Come reso noto da Palazzo Civico, inoltre, la catena che aprirà il suo nuovo punto vendita si incaricherà di altre opere aggiuntive. La riverniciatura delle strisce pedonali, il rifacimento dei passaggi pedonali e la nascita di nuovi spazi alberati: questi i progetti in programma.
L’apertura di un nuovo supermercato ha però scatenato l’ira dei residenti, contrari a questa scelta. Il motivo principale riguarda le conseguenze ovviamente negative che i piccoli commercianti dovranno patire. In una marcata situazione di crisi economica, in cui i piccoli negozi faticano a tenersi in piedi autonomamente, l’arrivo di un altro supermarket rappresenta un vero e proprio colpo di grazia.

Gli altri cambiamenti della zona

L’ex area Centrale del Latte non sarà l’unica a essere oggetto di modifiche.
A breve, anche la scuola abbandonata di via Baltimora 91 sarà oggetto di trasformazione. La struttura dovrà essere privata degli ultimi residui di eternit presente. In seguito alla bonifica, si procederà con i lavori.
Ed è qui che sorgono i contrasti. La Baltimora srl, società che aveva acquistato il terreno per 1 milione e 600mila euro, ha deciso di modificare il progetto iniziale. Prima si pensava a una immensa area verde, un parco enorme che potesse essere un punto di riferimento per attività ludiche, sportive e passatempo.
Ora, la società ha deciso di destinare il 20% del complesso alla costruzione di una palazzina a sette piani. Il restante 80% sarebbe comunque adibito a parco. I residenti, però, non ci stanno, e controbattono proponendo la costruzione della palazzina dove attualmente c’è l’Asl abbandonata di via Gorizia 119. In via Baltimora, invece, dovrà esserci solo il parco. Un dibattito su cui l’amministrazione comunale si è dichiarata disponibile a trattare, senza nessuna garanzia di accordo.

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here