Home Articoli HP Torino, in arrivo la riorganizzazione degli orari di bus e tram di...

Torino, in arrivo la riorganizzazione degli orari di bus e tram di Gtt

2756
SHARE
Gtt, la durata del biglietto di corsa singola passerà da 90 a 100 minuti
Gtt, la durata del biglietto di corsa singola passerà da 90 a 100 minuti

Torino, in arrivo la riorganizzazione degli orari di bus e tram di Gtt: tantissimi cambiamenti previsti tra orari e composizione della flotta

È in arrivo la riorganizzazione degli orari di bus e tram di Gtt. La compagnia di trasporto pubblico torinese cambierà molti degli aspetti principali del suo servizio.
La collaborazione tra il Gruppo Torinese Trasporti, la Città di Torino, Iren e 5T ha portato all’elaborazione di una nuova strategia. Il tutto parte dalle rilevazioni effettuate tramite i Bip, che permettono, da qualche mese, di stimare il numero di passeggeri per ogni linea. Si parla di circa un milione e 400mila bip alla settimana.
Tramite questo metodo, Gtt ha portato selezionare le linee da potenziare, specie negli orari di punta.
I potenziamenti e le diminuzioni delle varie linee avverranno per categoria di appartenenza. Ne sono state stabilite quattro.
  • La categoria rossa, che si occupa del trasporto del 50% dei passeggeri, vedrà il passaggio dei mezzi ogni 5 minuti.
Ne fanno parte le linee 2, 3, 4, 10, 13, 15, 16, 18, 55, 56 e 68. La categoria arancione, che trasporta il 30% degli utenti, verrà il passaggio dei propri mezzi ogni 8 o 10 minuti.

L’attesa dei mezzi pubblici sarà ridotta dunque di circa 2 o 4 minuti.

  • La categoria verde, che contribuisce con il trasporto del 15% degli utenti, vedrà una continuità di passaggio di 15 minuti per ogni mezzo.
Non ci saranno grandi variazioni rispetto a prima.
  • La categoria blu vedrà il passaggio dei mezzi ogni 30 minuti, mentre la variazione, prima, andava dai 20 ai 40 minuti.
Una misura, questa, molto importante, che segue quella dei semafori intelligenti, adottata per i tram 15 e 16. L’iniziativa sarà a breve adottata anche per le linee 13 e 18, per risparmiare minuti sul tempo di percorrenza.
A completare il quadro ci sarà anche l’acquisto di nuovi bus e tram elettrici, che dovranno costituire entro il 2021 il 40% della flotta Gtt.
Per quanto riguarda la metropolitana, dal prossimo anno si potrà fare affidamento sul tratto Lingotto-Bengasi, con i lavori che saranno completati a breve. Dopodiché si penserà al prolungamento della Linea 1 verso Rivoli all’avvio dei lavori per la Linea 2.
Infine, sarà il turno del Servizio Ferroviario Metropolitana, ci sarà il completamento dei lavori per la SfmA (Torino-Caselle-Ceres) e la costruzione della Sfm5 (Orbassano-Torino). Da non trascurare anche l’apertura delle stazioni di Dora e Zappata, già anticipata diversi mesi fa.
Dunque, bus e tram di Gtt offriranno agli utenti un servizio migliore, almeno stando alle aspettative. Tante piccole innovazioni che potranno colmare le lacune che infastidiscono i viaggiatori, e che hanno reso anche poco appetibile la possibilità di muoversi con i mezzi pubblici. I cambiamenti preventivati dovrebbero segnare un cambiamento di rotta.
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here