Home Ambiente Torino, il blocco del traffico inizia il 18 ottobre: tantissimi i veicoli...

Torino, il blocco del traffico inizia il 18 ottobre: tantissimi i veicoli che non circoleranno

16270
SHARE
Blocco totale del traffico domenica 5 marzo a Torino

Torino, il blocco del traffico parte dal 18 ottobre: sforato per l’ennesima volta il livello di Pm10

A Torino, il blocco del traffico parte in data 18 ottobre. Le misure prese dall’amministrazione comunale saranno messe in atto per motivi precisi. Il livello di Pm10 consentito dall’Unione Europea è stato superato per ben 66 volte dall’inizio dell’anno. Dunque, troppe volte è stata varcata la soglia dei 50 microgrammi per metro cubo.
Le restrizioni fermano tutti i veicoli diesel  fino alla categoria Euro 4. In totale, saranno 100mila i mezzi che dovranno stare fermi. Se si parla di mezzi adibiti al trasporto di persone, gli orari di blocco vanno dalle 08:00 alle 19:00. Quelli adibiti al trasporto di merci non potranno invece viaggiare dalle 08:30 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 19:00. Se il blocco dovesse protrarsi fino al week end, gli orari per i veicoli commerciali andranno dalle 08:30 alle 15:00 e dalle 17:00 alle 19:00.
Lo stop ai mezzi si considera valido a data da destinarsi. Questo perché, per i prossimi giorni, non sono previste piogge o fenomeni che facciano abbassare i livelli di inquinamento. Almeno fino a giovedì.

La situazione nel resto d’Italia

A Torino, il blocco del traffico è più duro rispetto ad altre realtà italiane. Palazzo Civico ha deciso di applicare delle regole più ferree rispetto agli accordi presi tra il Governo e le Regioni Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. Questo perché la nostra città, nel 2017, risulta essere la più inquinata in Italia e una delle più inquinate d’Europa.
Ad esempio, in città come Milano e Bergamo gli orari di blocco dei mezzi di trasporto di persone vanno dalle 08:30 alle 18:30. Non coinvolgono però i mezzi commerciali di tipo diesel Euro 4.
Dunque, a Torino, il blocco del traffico creerà diversi disagi agli automobilisti e alla circolazione. Queste misure, però, sono viste come necessarie per far abbassare il livello di inquinamento della nostra area.
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here