Home Articoli HP Quali sono i mestieri più richiesti in Piemonte? Designer, fisioterapisti e ingegneri

Quali sono i mestieri più richiesti in Piemonte? Designer, fisioterapisti e ingegneri

2673
SHARE

Secondo un’indagine dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro, tra i mestieri più richiesti in Piemonte, ci sono le figure del designer, fisioterapista e ingegnere

In questo periodo storico dominato da disoccupazione e crisi economica, la domanda sorge spontanea: quali sono i mestieri più richiesti in Piemonte?
Mercoledì 27 settembre, durante la presentazione del Festival del Lavoro, che si terrà fino a sabato 30 settembre presso Lingotto Fiere, è stata presentata un’indagine realizzata dell’Osservatorio Statistico dei Consulenti del Lavoro.
Lo studio fotografa la situazione lavorativa piemontese e individua le professioni in grado di produrre più contratti, differenziandole da quelle con posti di lavoro in diminuzione.
In Piemonte, al primo posto tra i mestieri più richiesti, troviamo i disegnatori industriali, con 3400 contratti in più tra il 2012 e il 2016.
Al secondo posto, a pari merito con 1799 contratti in più, troviamo analisti e progettisti di software e i professionisti della riabilitazione sanitaria, tra cui fisioterapisti, logopedisti e ortottisti.
A seguire troviamo i tecnici del marketing, con 1600 contratti in più, le professioni tecniche della prevenzione e i tecnici esperti in applicazioni, con un incremento di 1200 contratti.
Registrano un aumento di 1100 unità anche i programmatori e i tecnici del reinserimento e dell’integrazione sociale.
Per chiudere la top 10 troviamo i docenti d’asilo, con un aumento di 1000 unità, e gli ingegneri energetici e meccanici con un incremento di 900 contratti.
Passiamo alle dieci professioni che nel periodo 2012-2016, in Piemonte, hanno subito maggiormente gli effetti della crisi.
Al primo posto spiccano i cosiddetti “colletti bianchi”, ovvero i segretaria amministrativi, gli archivisti e i tecnici degli affari generali. Questo gruppo di professioni ha perso 3600 unità.
Al secondo posto troviamo i contabili, con una diminuzione di 2600 contatti. Chiudono il podio i tecnici statistici, che segnano un meno 1900 unità.
A seguire ci sono i tecnici per la trasmissione radio-televisiva e telecomunicazioni, che hanno perso 1500 contratti, e i tecnici del lavoro bancario che ne hanno visti saltare 1100.
Perdono 1000 unità anche le professioni sanitarie infermieristiche ed ostetriche e gli istruttori di tecniche in campo artistico.
Non va meglio ai consiglieri dell’orientamento e ai ricercatori e tecnici laureati in scienze della vita e della salute. Entrambi hanno perso 800 contratti.
L’ultimo posto della “top 10” è occupato dagli istruttori di discipline sportive non agonistiche, che hanno perso 700 unità.
Insomma, attualmente sono questi i mestieri più richiesti in Piemonte, ma in futuro non si esclude l’ingresso di nuove figure nel mercato del lavoro.
Credit photo: Tekla
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here