Home Articoli HP Torino, Cioccolatò è sempre più a rischio: a un mese e mezzo...

Torino, Cioccolatò è sempre più a rischio: a un mese e mezzo dall’evento si aspetta il verdetto del Tar

1937
SHARE
Cioccolatò, salta l'edizione 2016, ma nel 2017 ce ne saranno due
Cioccolatò, salta l'edizione 2016, ma nel 2017 ce ne saranno due

A Torino, Cioccolatò è sempre più a rischio. A un mese e mezzo dall’evento si aspetta il verdetto del Tar per scongiurare lo stop

Un altro classico appuntamento della nostra città sta per saltare: a TorinoCioccolatò è sempre più a rischio.
L’amministrazione si sta impegnando a svolgere tutte le verifiche necessarie per procedere con la riassegnazione del bando. Una corsa contro il tempo per consentire il regolare svolgimento dell’edizione autunnale di Cioccolatò in programma per il prossimo novembre.
Nella seduta del consiglio comunale di lunedì 25 settembre, l’assessore al CommercioAlberto Sacco, ha fatto capire che l’evento è a rischio.
Infatti, il Tar non tiene conto dei tempi del Comune. La divisione Appalti può proclamare il vincitore della gara ma sulla nomina peserà sempre la richiesta di sospensione avanzata dalla ditta esclusa.
Inoltre, senza la convocazione di un’udienza non si potrà dare il via alla kermesse. Tra l’altro, questa udienza ad oggi, non è stata nemmeno fissata.
L’assessore Sacco ha spiegato che, anche se Cioccolatò dovesse effettivamente saltare, a novembre si terranno altri due importanti appuntamenti legati all’enogastronomia. Si tratta della“Vendemmia a Torino” “Portici di vini” del 15.
Ci sarà anche il lancio della kermesse “Gourmet” organizzata al Lingotto con la collaborazione del Gambero Rosso.
Inoltre, Palazzo Civico è già al lavoro per “Aspettando Cioccolatò”, evento in programma per la prossima primavera. L’edizione primaverile sarà aperta per la prima volta anche ai pasticceri e ai produttori di caffè.
Insomma, a TorinoCioccolatò è sempre più a rischio, ma la nostra città ci propone altri eventi, anche se la kermesse cioccolatosa dovesse saltare.
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here