Home Articoli HP Torino, Cioccolatò rischia di saltare a causa di un ricorso contro il...

Torino, Cioccolatò rischia di saltare a causa di un ricorso contro il bando che ha affidato la gestione dell’evento

1232
SHARE
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Altra tegola colpisce uno degli eventi più attesi della nostra città: a Torino, Cioccolatò rischia di saltare per colpa di un ricorso al bando che ha assegnato l’organizzazione dell’evento

Tra i tanti eventi saltati finora per motivi di sicurezza, adesso, a Torino, Cioccolatò rischia di essere messo in discussione.
Tutti colpa di un ricorso al Tar. Infatti, durante la giunta di martedì 19 settembre, il Comune ha deciso di opporsi in sede giudiziaria alla battaglia legale avviata da una delle società escluse dalla gara per l’assegnazione delle prossime tre edizioni di Cioccolatò.
Le società in gara erano quattro. Le tre escluse hanno denunciato alcuni vizi nella procedura. Il procedimento si è basato sul criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Tra l’altro, era richiesta la presenza di artigiani locali per almeno il 40% degli espositori.
La gara si è chiusa a fine luglio. Il bando se l’è aggiudicato l’impresa romana di organizzazione eventi Craun&Crest. I vincitori della gara hanno ottenuto la gestione del marchio dell’evento per quattro edizioni, sino al 2020.
Inoltre, il gruppo è riuscito a strappare la possibilità di prorogare la concessione fino al 2023, previo il pagamento di 406mila euro al Comune.
Palazzo Civico, però, ha deciso di modificare la formula dell’evento. Si è pensato a due appuntamenti annuali, uno in primavera e l’altro in autunno. Il primo verrà organizzato dalla Città con le associazioni di categoria, mentre il secondo sarà affidato a un soggetto esterno.
La prossima edizione di Cioccolatò si dovrebbe tenere a novembre. La kermesse cioccolatosa dovrebbe durare dieci giorni, a cavallo tra due weekend. L’evento si dovrebbe svolgere in piazzaSan Carlo, nel tratto pedonale di via Roma e probabilmente in piazzale Valdo Fusi.
Insomma, purtroppo, a Torino, Cioccolatò è a rischio. In attesa di aggiornamenti, speriamo di non perdere anche questo appuntamento, ormai diventato un classico dal 2003.
(Foto tratta da SAGReatALY)
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here