Home Arte Torino, ecco il primo festival per gli amanti della streetculture

Torino, ecco il primo festival per gli amanti della streetculture

507
SHARE

Da venerdì 8 a lunedì 11 settembre, Torino ospiterà l’edizione 0 di MAZE, il primo festival interamente dedicato al mondo della streetculture.
In piazzale Valdo Fusi e negli spazi dell’Ex Borsa Valori di Torino, MAZE porterà esibizioni, contest, conferenze, esposizioni d’arte, sfilate, laboratori e workshop dedicati alle diverse declinazioni della cultura urbana.


Tendenze giovanili, urban fashion, street style, cultura urbana, ispirazioni street e molto altro, MAZE aspira a diventare il punto di riferimento europeo per gli amanti della street culture in tutte le sue forme.

Le linee guida di questa prima edizione si suddividono in tre macroaree:

Fair, area espositiva aperta al pubblico dedicata ai brand di streetwear più rappresentativi a livello nazionale ed internazionale;
Fashion, dove i brand nazionali ed internazionali coinvolti presenteranno le nuove tendenze streetwear con sfilate e lanci di collezioni esclusive;
Festival, una programmazione articolata di attività aperte al pubblico, tra contest di skateboard, breakdance e streetdance, tornei di streetbasket, workshop, conferenze, mostre d’arte, live painting e performance.

Una via, una strada, una piazza, un luogo dove i visitatori potranno fare nuove esperienze: MAZE sarà un festival diffuso che coinvolgerà il territorio attivamente, invadendo non solo gli spazi dell’Ex Borsa Valori e Piazzale Valdo Fusi, ma anche tanti altri angoli cittadini.


Tra gli ospiti in programma, Dutch Nazari, uno dei rapper italiani più ricercati del panorama nazionale. La scrittura delle sue canzoni, molto accurata e dettagliata, rende il suo stile diretto: ogni parola evidenzia il concetto che vuole esprimere. L’artista si esibirà al Jazz Club di Torino domenica 10 settembre a partire dalle 22.00 per il closing party del Maze Festival.

MAZE è ideato dall’Associazione Interculturale Multiethnic Media, nata nel 2007 per sostenere il dialogo tra le diverse culture della società contemporanea della città.
La manifestazione ha il patrocinio del Comune di Torino, della Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura di Torino ed è organizzata in collaborazione con Casa OZ.

 

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here