Home Articoli HP Torino, le barriere anti-terrorismo si trasformeranno in opere artistiche

Torino, le barriere anti-terrorismo si trasformeranno in opere artistiche

981
SHARE
Torino, le barriere anti-terrorismo si trasformeranno in opere artistiche
Torino, le barriere anti-terrorismo si trasformeranno in opere artistiche

Grazie ad un progetto del Comune, in collaborazione con l’Accademia Albertina, a Torino, le barriere anti-terrorismo si trasformeranno in opere d’arte

È notizia di qualche giorno fa: a Torino, le barriere anti-terrorismo potrebbero trasformarsi in opere d’arte.
Questo è il progetto del Comune, il quale ha chiesto la collaborazione dell’Accademia Albertina. Il presidente dell’Accademia Fiorenzo Alfieri ha offerto la disponibilità di allievi e docenti a trasformare le barriere anti-terrorismo con un valido progetto artistico.
Palazzo Civico ha confermato la volontà di intraprendere questa iniziativa. I jersey e le fioriere che sono stati collocati in alcuni spazi della città hanno come scopo principale la sicurezza, ma diventeranno veicoli di messaggi artistici.
Questi messaggi, ovviamente, dovranno avere un senso con il motivo per cui queste protezioni sono state sistemate nel cuore di Torino.
L’assessorato alla Cultura sarà promotore di un progetto realizzato in collaborazione con l’Accademia Albertina di Belle Arti e il progetto Murarte. L’obiettivo dell’iniziativa è quello di coinvolgere writers e allievi per trasformare le barriere di cemento in opere artistiche. 
A settembre l’assessora alla Cultura Francesca Leon incontrerà Fiorenzo Alfieri, presidente dell’Accademia Albertina, il direttore Salvo Bitonti e le associazioni che si occupano del progetto Murarte per fare il punto della situazione e sviluppare il piano di interventi. 
Insomma, grazie a questa bella iniziativa, a Torino, le barriere anti-terrorismo diventeranno spazi dove l’arte esprimerà messaggi di pace su quei blocchi di cemento che ci proteggono dall’odio.
(Foto tratta dalla apgina Fb Torinosostenibile)
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here