Home Articoli HP Torino, l’Istituto Zooprofilattico spera di diventare il polo europeo per lo studio...

Torino, l’Istituto Zooprofilattico spera di diventare il polo europeo per lo studio delle malattie degli animali

342
SHARE
Torino, l'Istituto Zooprofilattico spera di diventare il polo europeo per lo studio delle malattie degli animali
Torino, l'Istituto Zooprofilattico spera di diventare il polo europeo per lo studio delle malattie degli animali

Dopo la Brexit la sede del Centro di riferimento europeo per la prevenzione delle malattie animali deve abbandonare il Regno Unito: a Torino, l’Istituto Zooprofilattico è tra le sedi candidate

Molto probabilmente una delle eccellenze di Torino, l’Istituto Zooprofilattico, diventerà il Centro europeo per la prevenzione delle encefalopatie degli animali.
Dopo la Brexit, il Centro deve abbandonare la sua attuale sede sita nelle campagna di Weybridge, nella Contea del Surrey.
Il Centro è l’oggetto del desiderio anche di Germania e Francia, ma lo Zooprofilattico sembra essere in pole position.
Questo polo europeo per lo studio delle malattie degli animali ha una funzione di supporto alla Commissione Europea.
Una sessantina di persone, tra ricercatori, tecnici di laboratorio, veterinari e chimici sono ospitati in una cittadella avviata al trasloco.
L’obiettivo del Ministero della Salute è quello di ottenere l’Agenzia Europea del Farmaco e ospitare il Centro all’Istituto Zooprofilattico di Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, con sede nella storica palazzina di via Bologna.
La Commissione Europea ha indetto un bando.
Il Ministero della Salute intende partecipare presentando un dossier che illustra il lavoro svolto in questi anni e le potenzialità dello Zooprofilattico.
Questo dossier è in fase di preparazione ed entro il 15 settembre dovrà essere consegnato al Ministero, che a sua volta lo presenterà alla Commissione.
La Regione Piemonte si era candidata anche per accogliere l’Agenzia Europea del Farmaco, sempre in partenza da Londra.
Si era ipotizzato di candidare il Bioindustry Park di Colleretto Giacosa, ma tutto si è risolto in un nulla di fatto. Ora è Milano che sta cercando di battersi per ottenere la sede dell’agenzia Europea del Farmaco.
Insomma, una delle più grandi realtà di Torino, l’Istituto Zooprofilattico potrebbe diventare il nuovo polo europeo per lo studio delle encefalopatie degli animali, portando lustro alla città, al Piemonte e all’Italia.

Commenti

Correlato:  Trasporti pubblici, addio ai biglietti di carta e cambio delle tariffe

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here