Home Articoli HP I chiodini torinesi sbarcano in Cina nel cuore dei bimbi!

I chiodini torinesi sbarcano in Cina nel cuore dei bimbi!

723
SHARE
I chiodini torinesi sbarcano in Cina nel cuore dei bimbi!
I chiodini torinesi sbarcano in Cina nel cuore dei bimbi!

La Quercetti, famosa ditta che produce i chiodini torinesi, sta sbarcando il lunario grazie alla Cina!

Chi l’avrebbe mai detto che i chiodini torinesi fossero così famosi anche in Cina! A quanto pare i bambini cinesi li stanno apprezzando e la Quercetti ne è entusiasta. Qual è la serie che sta andando per la maggiore? La “pixel art”.

La ditta ha dovuto creare una piattaforma online per star dietro alle numerosi vendite della prestigiosa linea lanciata solo 6 mesi fa. E’ riuscita a produrre 1,6 miliardi di chiodini: record assoluto in 67 anni di operato.

Anche le vendite italiane vanno bene (+22%), ma è la “pixel art” che sta entrando nei cuori dei più appassionati. Essa permette di creare ritratti, quadri e altre illustrazioni usando i piccoli pezzi di plastica colorata.

Non solo plastica, però! Perché la Quercetti ha intenzione di mettere su mercato anche pezzettini in cartoncino e legno sempre sulla linea del “no tecnologia ed elettricità”, perché i bambini devono creare e inventare.

L’articolo è sempre più presente nei Book Shop dei musei sia italiani che esteri. L’impresa, che si trova in corso Vigevano, sta prendendo sempre più piazza all’estero tant’è che vorrebbe proprio concentrarsi sui mercati esteri nonostante sia presente già in 50 paesi.

La Cina, prima sul mercato per la produzione dei giocattoli, crede molto in questa azienda Made in Italy. Da 10 anni collabora e sostiene attivamente Quercetti con richieste e ispezioni accurate.

Almeno due volte all’anno degli ispettori “fanno irruzione” in ditta per controllare la qualità di prodotti e materiali e constatare le buone condizioni di lavoro degli operai. Si tratta di controlli a carico della stessa azienda e obbligatori per chi intende vendere in Cina.

Correlato:  Giovanni Bosco: operato raro tumore su 80enne

Come detto precedentemente, l’azienda ha intenzione di lanciare nuovi chiodini in diversi materiali. ha già messo su mercato legno e cartoncino, ma vorrebbe lanciare anche una linea con sementi e terriccio che consente ai bambini di creare un piccolo orto sul balcone.

Idee innovative che ci piacciono molto!

Carmen Terrazzino

(credit foto: Bimbo Chic)

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here