Home Articoli HP Prime indiscrezioni sui menù e i prezzi dell’esclusivo Cannavacciuolo Bistrot

Prime indiscrezioni sui menù e i prezzi dell’esclusivo Cannavacciuolo Bistrot

41158
SHARE

Dopo l’anteprima a sorpresa di domenica 23 luglio, ecco alcune indiscrezioni sui menù e i prezzi dell’esclusivo Cannavacciuolo Bistrot, il nuovo locale torinese dello chef partenopeo

Oggi, lunedì 24 luglio, ha ufficialmente aperto i battenti il nuovo locale torinese dello chef stellato Antonino Cannavacciuolo e sono stati rivelati i menù e i prezzi dell’esclusivo Cannavacciuolo Bistrot.
Dopo l’anteprima a sorpresa di ieri, domenica 23 luglio, oggi è arrivata la tanto attesa apertura del nuovo bistrot dello chef napoletano, situato in via Umberto Cosmo 6, alle spalle della Gran Madre. Una posizione di lusso, a due passi dalla Mole e vicino a Piazza Vittorio Veneto e al “salotto buono” della città.
Il locale è di un’eleganza sobria. Si estende su due piani di un palazzo dell’Ottocento e conta tra i 50 e i 60 coperti. Segue i principi del feng shui ed è studiato nei minimi dettagli per regalare ai clienti comfort e benessere.
I menù del locale uniranno la tradizione gastronomica piemontese e partenopea. Il menù e i prezzi dell’esclusivo Cannavacciuolo Bistrot non saranno molto diversi da quelli dell’altro bistrot dello chef campano, il Cannavacciuolo Café di Novara e da Villa Crespi, lo storico ristorante stellato di Orta San Giulio, sempre nel novarese. Comunque, non c’è ancora quasi niente di ufficiale riguardo i menù e i prezzi dell’esclusivo Cannavacciuolo Bistrot.
Uno dei fiori all’occhiello del locale, oltre alla cucina di altissimo livello, è la cantina che propone una vasta quantità di rinomate etichette e vini pregiate.
Secondo alcune indiscrezioni il menù degustazione dovrebbe costare tra i 50 e i 70 euro. Il menù di degustazione prevede due antipasti: uno è la battuta di Fassona piemontese con maionese di nocciole, tartufo estivo e salsa di parmigiano, l’altro è composto di melanzane, pomodoro e colatura di provola. I primi piatti sono tagliatelle di grano arso con calamari e salsa di friselle e il riso Carnaroli con aglio, olio e bottarga. Il secondo piatto è un maialino da latte con insalata cotta, mela e pop corn. Il dessert si chiama nocciola, nocciola, nocciola. Sarà sicuramente un dolce dedicato all’eccelenza riconosciuta in tutto il mondo delle nocciole piemontesi e campane.
Al menù di degustazione si va ad affiancare il menù alla carta che si compone di 6 antipasti, 6 primi, 3 secondi di carne e 3 di pesce e 5 dessert.
I 6 antipasti sono: tonno vitellato con maionese di bottarga, costo 22 euro; gambero, burrata e pesca, prezzo 25 euro; polpo alla Luciana, 20 euro; torsiones di foie gras con albicocca, 22 euro; battuta di Fassona piemontese con maionese di nocciole, tartufo estivo e salsa di parmigiano, 20 euro; e melanzane, pomodoro e colatura di provola, costo 18 euro.
I 6 primi sono: gnocco di sgombro, brodo dashi e soia, prezzo 22 euro; tagliatelle di grano arso con calamari e salsa di friselle, 24 euro; raviolo di zucchine trombetta, cagliata di latte e animelle di vitello, 22 euro; spaghetto di Gragnano ai sentori di mare, costo 28 euro; riso Carnaroli con aglio, olio e bottarga, 25 euro; e linguina allo scorfano con colatura di mozzarella, prezzo 25 euro.
I 3 secondi di carne sono: variazione di agnello con salsa di latte di capra e melanzana, costo 30 euro; vitella in crosta di limone e sedano rapa, 35 euro; e maialino da latte con insalata cotta, mela e pop corn, prezzo 30 euro.
I 3 secondi di pesce sono: baccalà con sedano, patate e maionese, costo 30 euro; branzino con salsa di acciughe e peperoni, 30 euro; e triglia alla pizzaiola, prezzo 28 euro.
Infine, i 5 dessert sono: nocciola, nocciola, nocciola, costo 16 euro; anguria e cocco, 15 euro; crostata calda agli agrumi, 14 euro; cioccolato e arachidi, 16 euro; e il cannolo di ricotta, prezzo 15 euro.
La prima settimana di prenotazioni è già andata esaurita e si stanno effettuando prenotazioni già per il prossimo autunno.
D’altronde c’era da aspettarselo. L’apertura del Cannavacciuolo Bistrot è stata la più attesa dell’anno. Lo chef Cannavacciuolo sarà presente nel locale solo una volta alla settimana. 
Insomma, per tutti i fan e i gourmet torinesi e non, è finalmente arrivato il momento di provare la filosofia culinaria dello chef stellato Antonino Cannavacciuolo
Per maggiori informazioni e prenotazioni visitare il sito internet www.cannavacciuolobistrot.it
Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here