Home Articoli HP Grugliasco, luglio è “Sul filo del Circo”

Grugliasco, luglio è “Sul filo del Circo”

646
SHARE

Dal 5 al 29 luglio torna l’appuntamento con il Festival Internazionale Sul Filo del Circo, la principale manifestazione nazionale di circo contemporaneo, per qualità e quantità degli spettacoli proposti e durata, giunta alla sua sedicesima edizione, organizzata dalla Città di Grugliasco (Torino) in collaborazione con la Fondazione Cirko Vertigo.

Un mese all’insegna delle tendenze più innovative del circo contemporaneo: comicità, musica live e funamboliche performance per un festival che esce dal solco della tradizione con un’offerta culturale multidisciplinare.

Il festival si apre il 5 luglio con il one man show di Peter Shub, leggenda mondiale della risata e della pantomima comica, pioniere della clownerie di strada, vero e proprio fenomeno della comicità emerso nei primi anni Ottanta e laureato nei festival di teatro, clown e circo di Parigi, Montecarlo e Cannes. Shub si è esibito in ogni tipo di contesto artistico, presentando nel 2015 il suo one man show al Festival di Avignone.

Caterina Mochi Sismondi prosegue il proprio lavoro di ricerca nel solco della contaminazione tra tecniche circensi, teatro danza e musica elettronica, dirigendo Xstream (6 luglio), il quintetto maschile di acrobati della compagnia blucinQue (Italia, Irlanda, Colombia), in un lavoro su disequilibrio estremo e flusso continuo, con musica live ed elettronica, eseguita dagli stessi artisti, acrobati al palo e filo teso

L’accurata selezione dell’accompagnamento musicale è uno dei filoni di questa edizione del festival. Infatti, i catalani Collectiu La Persiana, protagonisti di Violeta (7 e 8 luglio), un vero e proprio cabaret concerto, hanno scelto di contaminare il loro linguaggio circense con echi di bolero, sonorità cubane, spudorate incursioni nel jazz, nella ranchera messicana, nella rumba per giungere alle sfrenate danze folcloristiche maiorchine.

Allo stesso modo, in Speakeasy  (21 e 22 luglio) la RatPack Compagnie ha affrontato una ricerca sulla musicalità del corpo, scegliendo di collaborare con i Chinese Man, un gruppo di dj francesi formatosi a Marsiglia, abilissimi nell’attingere a tutte le culture musicali, dalle serie tv, ai cartoni animati, ai film. E non sorprende se l’oscuro e tetro magazzino di Praga scelto dalla compagnia ceca Cyrk La Putyka (28 e 29 luglio) come set di Slapstick Sonata prende vita in una esplosione di gioiosa frenesia sulle note di grandi compositori classici come Mozart, Händel e Šostakovic.

Tra i titoli più attesi la prima nazionale di Attached, della compagnia svedese Tiger Circus che, giocando con le ossimoriche conformazioni fisiche dei due interpreti, esplora nuove tecniche e sfida le leggi di gravità nel corso di uno spettacolo caratterizzato da una serie di spettacolari effetti domino incontrollabili. Giocoleria innovativa, vertiginosa acrobatica e graffiante sense of humour sono gli ingredienti di questa imperdibile pièce destinata a sorprendere il pubblico di tutte le età.

Sul Filo del Circo da sempre tiene a battesimo le produzioni di Cirko Vertigo sotto la direzione di maestri internazionali dello spettacolo dal vivo. Quest’anno, in virtù di una collaborazione con l’Accademia dei Folli, la regia è affidata a Carlo Roncaglia che con gli Allievi del Corso di Formazione Professionale per Artista di Circo Contemporaneo mette in scena Odissea, another journey (19 e 26 luglio) una rivisitazione in chiave circense del poema omerico.

Il Festival Internazionale Sul Filo del Circo ha la vocazione di programmare giovani compagnie emergenti: il Kolektiv Lapso Cirk, vincitore del bando Hangar Creatività e di una residenza artistica alla Casa del Circo Contemporaneo, porta in scena Ovvio (20 luglio), una creazione originale sul tema dell’equilibrio, del rischio, del comportamento umano nelle situazioni di pericolo, con un interessante lavoro di interazione con il pubblico, senza mai perdere il senso del divertimento. Inoltre, come consuetudine, il Festival propone Checkpoint Circus, Premio Internazionale per Giovani Artisti (in collaborazione con i festival Mirabilia e Ratataplan) in cui 6 giovani compagnie di circo si contendono un importante sostegno alla creazione del loro progetto artistico davanti a cinquecento spettatori e quindici giurati autorevoli. Completano il programma due pièce basate sui linguaggi della giocoleria, dell’equilibrio e del teatro fisico: On My Way (13 luglio), di Stefano Di Renzo, e Petit Frère (27 luglio), dei Carré Curieux.

Commenti

Commenti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here